Radioterapia: sì alla crema prima e dopo il trattamento

i pazienti possono applicare regolarmente le loro creme, in quantità moderata, prima di esporsi ai raggi X della Radioterapia.

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Per anni, gli oncologi hanno consigliato ai pazienti sottoposti a Radioterapia di evitare l’applicazione di creme, lozioni o emollienti topici immediatamente prima del trattamento con radiazioni.

Gli oncologi temevano che l’applicazione di creme potesse aumentare il rischio dermatite dovuta proprio alle radiazioni del trattamento oppure far peggiorare l’intensità della tossicità cutanea della radiazione.

Un nuovo studio pubblicato online su JAMA Oncology ha sfatato tale raccomandazione.

Gli autori dello studio riferiscono che: “più del 90% dei medici intervistati non consigliano ai loro pazienti, che stanno eseguendo la Radioterapia, di applicare creme sulla pelle trattata, e che l’88% dei pazienti non ha mai ricevuto indicazioni mediche su eventuali creme da applicare prima o dopo la Radioterapia”

“Abbiamo scoperto che la quantità di crema che i pazienti applicano tipicamente sulla pelle non è sufficiente a causare alcuna interferenza con la dose del trattamento radioterapico” ha detto Baumann, uno degli autori dello studio citato.

Il consiglio di non usare creme subito prima della Radioterapia nasceva dalla preoccupazione che la presenza di eventuali particelle metalliche della crema potesse interferire con i raggi X e peggio ancora aumentare la loro tossicità a livello cutaneo con conseguenti ustioni e scottature più marcate. 

E’ noto infatti che alcune creme possono contenere tracce di elementi metallici all’interno della loro composizione.

Siccome però la maggior parte dei pazienti applica circa 2 millimetri o anche meno di spessore di creme o lozioni sulla pelle, tale modalità non comporta un aumento della tossicità cutanea dovuta ai raggi X.

Proprio per questo motivo i pazienti possono applicare regolarmente le loro creme, in quantità moderata, prima di esporsi ai raggi X della Radioterapia.

Lo studio pubblicato su Jama Oncology ha una valenza molto importante tanto da sovvertire le raccomandazioni dei medici che, oggi, possono tranquillizzare i propri pazienti che l’applicazioni di creme prima della Radioterapia non va ad aumentarne la tossictà cutanea.

Anzi, grazie ai risultati dello studio inizieranno a raccomandare l’uso di creme prima della seduta di Radioterapia per migliorare l’esperienza del trattamento radioterapico.

L’idea dello studio è arrivata a Baumann, il quale un giorno notò che uno dei suoi pazienti che presentava una significativa dermatite da radiazioni stava cercando di rimuovere la crema che aveva applicato in precedenza durante la giornata prima di sottoporsi al trattamento.

La donna provava a rimuovere la crema dalla pelle, visibilimente arrossata e dolente, seguendo le indicazioni che i medici le avevano sempre dato: evitare di applicare qualsiasi crema sulla pelle prima della Radioterapia.

Fu proprio in quel momento che Bauman intuì che tale situazione era motivo di ulteriore stress che si aggiungeva a quello della seduta di Radioterapia e a quello dell’eritema dolente presente.

La raccomandazione di evitare l’uso di creme, lozioni o emollienti (in generale di topici sulla pelle) prima della Radioterapia è molto vecchia. Oggi, con i nuovi acceleratori di lineari che erogano dosi minori di raggi X e sono in grado di agire in maniera più selettiva e mirata sul bersaglio non ha più motivo di esistere.

Era giunto, secondo Baumann, il momento di rivedere tale raccomandazione.

Baumann e il suo team hanno condotto sondaggi online anonimi su 133 pazienti e 108 medici su OncoLink, un sito web educativo senza scopo di lucro che fornisce informazioni sul cancro gratuite.

I pazienti hanno risposto ad un sondaggio di 24 domande e riguardante la cura della pelle e la Radioterapia. L’età media dei pazienti era di 60 anni (range 18-86 anni) e 117 (87,9%) erano donne.

I medici, invece. hanno risposto ad un sondaggio differente di 18 domande.

Le risposte ai sondaggi sono state raccolte tra il 15 gennaio 2015 e il 15 marzo 2017.

111 pazienti (83,4%) hanno dichiarato di aver ricevuto indicazioni di evitare l’applicazione di creme sulla pelle prima di eseguire la Radioterapia.

96 dei 105 medici (91,4%) hanno riferito di aver sempre scongliato ai pazineti di applicare creme prima della Radioterapia. 

Gli autori dello studio hanno condotto anche una sperimentazione per valutare in che modo l’applicazione di una crema sulla pelle, in quantità superiore ai 3 mm, incideva sulla dose erogata durante il trattamento di Radioterapia.

Hanno riscontrato che la crema applicata sulla pelle non condizionava l’incidenza del fascio di radiazioni e che non c’erano differenze tra la dose registrata a livello della superficie cutanea e della stessa alla profondità di 2 cm.

L’applicazione della crema prima della Radioterapia aumentava solo la dose di superficie dal 2% al 5%.

Tali risultati hanno portato gli autori dello studio ad affermare che, grazie alle nuove metodiche utilizzata in Radioterapia, l’applicazione di creme sulla pelle prima del trattamento con i raggi X non aumenta o peggiora il rischio per il paziente di incorrere in eritemi o arrossamenti.

I pazienti che eseguono la Radioterapia applicano le creme perché hanno alcuni effetti collaterali sulla pelle:

  • pelle secca
  • arrossamento
  • dermatite
  • scottature
  • ustioni

Motivo per cui usano le creme per lenire tali disagi.

Conclusioni

Da oggi è possibile applicare prima, ma anche dopo, la Radioterapia senza che ci sia il rischio di un aumento della tossicità cutanea dovita alle radiazioni e per lenire gli effetti del trattamento con radiazioni.


Riferimenti scientifici

  1. Assessing the Validity of Clinician Advice That Patients Avoid Use of Topical Agents Before Daily Radiotherapy Treatments. Baumann BC, Verginadis II, Zeng C, Bell B, Koduri S, Vachani C, MacArthur KM, Solberg TD, Koumenis C, Metz JM. JAMA Oncol. 2018 Oct 18
  2. Radiotherapy skin care: A survey of practice in the UK.

    Rachel Harris, Heidi ProbstCharlotte BeardmoreSarah JamesClaire DumbletonAmanda BolderstonSara FaithfullMary WellsElizabeth Southgate. Radiography February 2012 Vol. 18, Issue 1, Pages 21–27


    Risorsa utile

Cute e OncoterapiaPucci Romano M.C.Fabbrocini G.Romano I. Edizioni Idelson Gnocchi 1908; Prima Edizione edizione (2018)

 

Sourcemedscape

Per approfondire guarda anche:

pruritovideo
L'argomento è il prurito, una sensazione comune, sgradevole, alla quale è difficile resistere. Spesso rappresenta proprio un momento compulsivo della persona, e la mia intenzione oggi e provare a spiegarvi i meccanismi alla base di questo fenomeno, illustrarvi le cause, infine dare dei suggerimenti pratici per individuare o immaginare quale potrebbe essere la causa e come poterlo trattare. Il prurito è un elemento importante in natura perché mette in allerta l'organismo...
Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

Lascia un commento per chiedere maggiori dettagli o chiarimenti! Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome