La Pitiriasi rosea di Gibert è una malattia spesso confusa con la micosi cutanea e con la quale viene quasi sempre confusa e come tale viene trattata con antimicotici topici da applicare su tutto il corpo oppure da assumere per bocca per alcune settimane.

La Pitiriasi di Gibert, descritta come roseola anulata per la prima volta nel 1798 dal dermatologo inglese Robert Willan e poi definita tale alla fine del 1860 dal dermatologo parigino Camille Melchiorre Gibert, sebbene, nella sua forma più classica presenti una morfologia molto caratteristica, spesso non viene correttamente diagnosticata.

Di seguito, le indicazioni cliniche per sospettarla e rivolgersi al dermatologo per una conferma.

Prima di tutto, la Pitiriasi Rosea di Gibert si manifesta principalmente nella fascia d’età tra i 10 e i 35 anni. E’ più frequente in primavera ed in autunno e sempre in questo periodo è comune il riscontro di epidemie.

Pitiriasi rosea di Gibert cause

Quest’ultimo aspetto dipende dall’origine virale della malattia. In particolare, sebbene i dati della letteratura non sono unanimi per quanto riguarda l’ipotesi virale alcuni autori puntato il dito nei confronti del virus HHV6 o del HHV7 (human herpes virus 6 o 7).

Più esattamente la Pitiriasi Rosea di Gibert sarebbe la conseguenza di tale infezione virale che dapprima, localizzandosi alle alte vie respiratorie, potrebbe causare un mal di gola o un episodio simil influenzale anche di modesta entità, oppure un disturbo gastro-intestinale se, invece, dell’apparato respiratorio si localizza a livello digerente.

Successivamente, terminata al fase acuta di tali manifestazioni appena descritta, dopo 2-4 settimane compaiono delle tipiche chiazze sulla pelle che si possono manifestare come macchie rosse al collo, macchie sulle braccia o meglio alla radice degli arti, macchie rosse alla pancia; macchie rosse sulla pelle senza prurito. Almeno nella fase iniziale. Sono tutte manifestazioni piane sulla pelle che spesso vengono impropriamente descritte come bolle rosse sul corpo.

La pitiriasi rosea di Gibert è contagiosa?

Pertanto, prima di procedere con la descrizione delle manifestazioni cutanee, sottolineo che un soggetto con Pitiriasi Rosea di Gibert non è infettivo mentre lo era solo quando nelle settimane precedenti presentava ad esempio il mal di gola.

Pitirasi rosea di Gibert: la chiazza madre

Inizialmente, nella rosea di Gibert compare una macchia rossa sulla pelle, un’unica e grande lesione, chiamata anche chiazza madre o medaglione o plaque initiale di Brocq di forma arrotondata, ovale e il cui diametro può variare dai 2 ai 10 cm. Si presenta ben delimitata con il margine è di colore rosa mentre il centro è più chiaro chiaro quasi dello stesso colore della pelle sana.

Chiazza madre di Pitiriasi Rosea di Gibert
Chiazza madre di Pitiriasi Rosea di Gibert

Tutta la superficie cutanea della chiazza madre presenta un aspetto sgualcito, zigrinato.

Osservando attentamente il bordo della lesione è possibile notare un collaretto caratterizzato da una fine desquamazione. Questo particolare collaretto desquamativo è aderente alla periferia della chiazza mentre presenta un bordo libero verso il centro della lesione stessa.

Generalmente, la chiazza madre si localizza al tronco, al collo oppure in prossimità delle radici degli arti.

Eruzione secondaria

Successivamente, dopo 7-20 giorni dalla comparsa della chiazza madre compaiono in successione tante altre chiazze morfologicamente simili tra loro e alla chiazza madre stessa ma di dimensioni più piccole. Si manifestano simmetricamente al tronco, dove possono assumere una particolare distribuzione ad albero di Natale o a baldacchino, oppure al collo.

eruzione-secondaria
eruzione-secondaria

La Pitiriasi Rosea di Gibert quasi mai interessa il volto. Il numero delle lesioni tipiche dell’eruzione secondaria varia da soggetto a soggetto da poche a molte decine.

Terminata la comparsa di tali lesioni nell’arco di alcuni giorni o settimane la Pitiriasi Rosea di Gibert inizia a regredire, risolvendosi spontaneamente nell’arco di 3-6 settimane senza lasciare alcun esito sulla pelle.

Varianti cliniche

Esistono diverse varianti cliniche della malattia caratterizzate ad esempio dall’assenza della chiazza madre oppure da un’eruzione secondaria che interessa anche il viso, le ascelle o l’inguine. Inoltre, alcune di queste varianti possono associarsi a specifiche alterazioni ungueali quali il pittingo le linee di Beau oppure a particolari manifestazioni asintomatiche localizzare al cavo orale:

  • punteggiature purpuriche
  • chiazze ricoperte da induito grigiastro
  • anelli eritematosi
  • placca isolata di grandi dimensioni

La variabilità clinica può essere tale per cui a volte si può verificare anche la comparsa contemporaneamente della chiazza madre e dell’eruzione secondaria oppure altre volte prima dell’eruzione secondaria e poi, dopo alcune settimane, della chiazza madre.

Macchie rosse sulla pelle e prurito

Sintomatologia

Di solito è presente prurito la cui intensità è direttamente proporzionale alla desquamazione delle chiazze e generalmente compare solo durante la fase di regressione della malattia.

Pitiriasi rosea di Gibert cura

E’ buona norma usare idratanti e detergenti non aggressivi per la pelle per ridurre al minimo la desquamazione e di conseguenza la comparsa del prurito che quando presente deve trattato con anti-istaminici per evitare che il soggetto grattandosi infetti le lesioni favorendo la comparsa di un’impetigine.

A volte, soprattutto nei bambini può essere utile il talco mentolato per lenire il prurito.

Infine è sconsigliato assolutamente la somministrazione di cortisonici per via sistemica perché possono aggravare il quadro clinico della patologia che si manifesta una volta sola nella vita.

CONSULTO ONLINE

Crediamo che ogni problema di pelle debba avere la sua soluzione

NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti di Myskin

Privacy Policy

CONTATTI

Hai bisogno di aiuto? Il Servizio Clienti di Myskin è a tua disposizione

32 Commenti

  1. Salve circa una settimana fa mi sono comparse delle piccole bollicine in pancia senza prurito.. con il susseguirsi dei giorni si sono diffuse su schiena, collo, e adesso anche nei margini del viso. Sento prurito solo in alcuni momenti.. .ma è sopportabile. Sospetti che sia la Pitiriasi , la chiazza madre mi è comparsa nel braccio ma non è grande come quella delle foto.. ho appuntamento dal dermatologo tra qualche giorno..
    ma è normale che con il passare dei giorni queste macchie/bollicine siano sempre di più?.. e che quando mi alzo la mattina sembrano meno in rilievo rispetto al pomeriggio, sera?
    Grazie mille

    • Ciao Nina,
      ho letto la tua descrizione ma non è sufficiente per poter formulare delle ipotesi perché sono diverse le malattie che compaiono nella maniera che hai descritto ed in questi casi è fondamentale osservarle per una diagnosi certa.
      Solo con la diagnoi è possibile capire qual è il problema e di conseguenza la ragione per cui ne stanno comparendo delle altre e soprattutto cosa fare per trattarle ed eliminarle.
      Ben venga quindi la visita dal dermatologo e sarei lieto se mi aggiornassi sulla diagnosi del collega.

  2. Salve pochi giorni fa mi sono accorta della comparsa di una macchiolina anomala sulla pancia di colore rosa scuro,in un primo momento non gli ho dato peso ,ma in seguito ne è comparsa un’altra all’altezza del braccio .
    Quando ero piccola mi hanno diagnosticato già la Pitiriasi Rosea e volevo chiederle se è n possibile della riapparizione dopo tanti anni.

    • Ciao Sara,
      teoricamente è possibile che la Pitiriasi rosea di Gibert possa comparitre due volte nel corso della vita ma nel suo caso specifico non è sufficiente la sua descrizione per confermarla nuovamente.
      Suggerisco di farsi visitare da un dermatologo per una diagnosi certa e di conseguenza iniziare un trattamento adeguato

  3. Io ho una macchia stranissima da due settimane su un braccio,all inizio sembrava una bruciatura poi ha fatto una crosta strana e ora ha ancora il margine e tutto,poi ieri me n’e comparsa un’altra un po’ sopra a dove è (il braccio ) che sembrava quando hai un ematoma ma si potevano vedere i puntini rossi più scuri e più chiari,mi sto preoccupando

    • Ciao Sophie,
      è evidente che è necessario capire di cosa si tratta prima di immaginare quale potrebbe essere la cura da eseguire. La tua descrizione, anche se particolareggiata, non consente di formulare delle ipotesi. Suggerisco di farsi visitare da un dermatologo.

  4. Salve da circa 2 anni e comparsa una piccola macchie in zona intima che non mi creo al alcun problema fino a 3 mesi fa quando si è ingrandita, si squame e mi prude. Non lo so neanche da chi andare ginecologo o direttamente dermatologo. Puo essere qualcosa di molto grave? Grazie

    • Ciao Cristina,
      senza alcuna ombra di dubbio devi consultare il dermatologo perché il problema è dicompetenza dermatologica. Dalla tua descrizione non è possibile formulare alcuna ipotesi. La visita dal dermatologo è importante per formulare la diagnosi corretta

  5. Buona sera. Mio marito le sono comparse delle macchie rosea dalla cinta in giù . Il dermatologo lo ha visitato e gli ha detto che sono funghi. Sembrava che andassero via invece sono aumentate con prurito. Secche e screpolate con buciore. Adesso il dermatologo gli ha prelevato un po’ di tessuto per analizzare.

    • Ciao Anita,
      ha fatto bene il dermatologo a prelevare el tessuto, immagino tramite biospia cutanea, per approfondire la situazione che ovviamente dopo il trattamento iniziale per micosi le manifestazioni non sono migliorate.
      Lieto se ci aggiornasse sull’esito del risultato

  6. Diagnosticata questa strana malattia . Ho iniziato con mal
    Di gola , comparsa della macchia madre è comparsa di pochissime altre macchie simili sempre nel basso ventre . Ancora Prurito . È vero che può dare anche mal
    Di testa ? Che altri sintomi ? Grazie Nausica

  7. Salve è da tre settimane che mi sono apparse delle macchie rosse sul corpo . Da prima sul polso sinistro e ora sulla pancia braccia inguine e gambe può essere una sindrome di Gibert?

    • Ciao Giuseppe,
      si cero possono esserlo così come possono non esserlo. Non è sufficiente descrivere dove sono comparse le macchie e di che colore sono per fare diagnosi. Ti consiglio di farti vistare dal dermatologo che osservando il dettaglio delle manifestazioni sarà n grado di formulare una doagnosi certa.

  8. Salve dottor Martella è la prima volta che sento parlare di questa malattia!!!credo di averla perché la descrizione scorrisponde!!Comparse da 9 gg senza prurito e sul petto da spalla a estendersi dopo una settimana sull altra dopo un forte mal di gola e un forte stato influenzale!!potrei inviarle delle foto per averne una conferma!?saluti dalla sardegna

  9. Buongiorno dottore,
    sono 10 giorni che mi è stata diagnosticata la pitiriasi rosea.
    Non credevo che un problema della cute potesse essere così invalidante; non riesco a dormire per il prurito che è curato con antistaminici, talco mentolato, bendaggi freddi e creme ma senza nessun effetto purtroppo avendo delle conseguenze negative sul mio benessere in questo momento.
    Volevo chiederle se mi può consigliare qualche altra cosa da afre per gestire il tremendo prurito e quanto potrà durare in base alla statistica dei casi.
    Grazie mille

    • Ciao Gio,
      mi auguro per te che la diagnosi sia stata formulata dal dermatologo e che i trattamenti elencati siano stati consigliati dal medico. Se così fosse ti consiglio di farti visitare dal tuo dermatologo per fare nuovamente il punto della situazione sul tuo problema che sembrerebbe essere particolarmente rilevante. Se non avessi contatto il dermatologo è la prima cosa da fare!

      Rimango in attesa di un tuo riscontro

  10. Da 10 giorni diagnosticata questa malattia. La dermatologa mi ha dato un antimicotico in crema da dare sulle chiazze.. e un idratante 24h per la desquamazione. Invece che scomparire le macchie stanno triplicando. La dottoressa non ha posto fino alla prossima settimana per visitarmi.. cosa posso fare nel frattempo?
    Grazie
    Saluti, Elena

    • Ciao Elena,
      se effettivamente il problema è la Pitiriasi rosea di Gibert fatico a comprendere il razionale dell’antimicotico da applicare sulla pelle. Sei siscura che la diagnosi sia effettivamente quella della PRG?.
      Ad ogni modo se lo fosse ci può anche stare che in questo 10 giorni tu abbia notato un peggioramento ovvero la comparsa di ulteriori macchie sulla pelle. E noto che la PRG dapprima comporta la comparsa progressiva di tante macchie che poi tendono a regredire lentamente nell’arco di alcune settimane.

  11. Da una decina di giorni mi sono comparse delle macchioline rosse sulle gambe più una più grande asimmetrica sul collo del piede ieri due all’inguine solo il bordo ho già avuto la pitiriasi 10 anni fa è possibile un’altra volta? Grazie

    • Ciao,
      si è possibile! Può capitare che la Pitiriasi rosea possa manifestarsi più di una volta nel corso della vita. Il punto è capire se quest’ultima manifestazione descritta è riconducibile o meno alla Pitiriasi rosea di Gibert non fosse altro perché spesso le manifestazioni cutanee sono molto simili tra loro.
      La invito a farsi visitare dal dematologo oppure ha chiedere il consulto online con il dermatologo con il servizio FIDO (https://www.myskin.it/fido-consulto-online) per un parere specialistico mirato e personale

  12. Buonasera vorrei esporle un problema che ha mia figlia di 13 anni, a Settembre del 2015 le sono venute delle macchie completamente bianche sull’addome curate dal medico con il Gentalyn 1%, al rientro delle vacanze ci siamo rivolti al dermatologo, il quale ci ha detto che le macchie erano un esito di un fungo e di detergere la pelle,. Oggi a distanza di quasi 3 anni la bambina ha sull’ddome (dove ha avuto le macchie bianche) macchie nere come se fosse sporca ma non lo è. L’anno scorso noto sulla spalla dalla clavicola una macchia rossa rotonda alla quale la pediatra non ha dato importanza oggi la macchia è più grande ed è squamata, all’interno si nota che è bianca (si nota fotografandola) e ha altre macchioline scure sulle spalle e sul collo all’attaccatura dei capelli. La sono venute più brigole e macchie rosse sul viso, come se fosse un infiammazione. Premetto che Arianna (mia figlia) sta passando un momento di forte disagio e di stress, ormai da quasi 3 anni e oggi lo sta sfogando con mal di pancia, nausea, tosse, e il gastroenterologo mi ha richiesto dei raggi con il contrasto, ma che mi hanno vivamente sconsigliato di fare perché dannosi, è seguita da uno psicologo ma purtroppo non ci va spesso, perché lo rifiuta). Vorrei avere un suo parere gentilmente , di cosa ne pensa di tutta questa faccenda, ah dimenticavo è anni che la ragazza ha la forfora, é il caso di curarla? grazie mille.

    • Buongiorno Sonia,
      dal suo racconto credo sia opportuna una visita dermatologica per controllare la pelle di Arianna con una luce fluorescente che si chiama Luce di Wood. Grazie a questa si può dirimere se le macchie sono sovrainfettate da funghi o batteri o se sono dovute ad una alterazione della pigmentazione melanica. Inoltre ritengo opportuno che venga valutata anche l’ipotesi che Arianna soffra di dermatite atopica, che spesso si associa a stress, disagio, forfora o patologie che causano malassorbimento intestinale. (maggiori informazioni le può trovare a questo link https://www.myskin.it/?s=dermatite+atopica)

  13. Salve dottor Martella!
    Ho letto le descrizioni della malattia e penso proprio di avere la pitiriasi rosea di Gilbert, i sintomi ci sono tutti. Cosa posso fare?! Grazie…

    • Ciao,
      presta attenzione a non pensare che le informazioni mediche riportate siano valide e corette per te, per il tuo problema.
      Quando ero studente di medicina, ricordo che mentre preparavo l’esame di patologia ogni malattia descritta me la sentivo addosso.
      “Caspita, é proprio quello che avverto io!”
      “Ecco, ho scoperto cosa ho, qual é il mio problema!”
      Dopo l’esame, ti lascio solo immaginare con quale stato d’animo mi sono presentato, ho compreso che non era sufficiente leggere qualcosa per farsi autodiagnosi!
      Le informazioni mediche servono per far conoscere e sensibilizzare su un dato problema ma é la competenza e l’esperiena del medico che consente di fare diagnosi.
      Devi sapere ad esempio, che proprio nel caso della Pitirasi rosea di Gibert tantissime sono le malattie che possono entrare in diagnosi differenziale, cioé apparentemente simili tra loro. Una di queste é la Sifilide.
      Pertanto, il mio personale consiglio nel tuo esclusivo interesse é di farti visitare dal dermatologo per una conferma e poi magari ci possiamo confrontare sul decorso, l’evoluzione della malattia, la cura che ti é stata prescritta ecc.

  14. Salve,
    circa tre settimane fa mi è comparsa una macchia circolare, leggermente squamata, vicino all’inguine. Successivamente mi stanno comparendo decine di macchie sul tronco, asintomatiche e rosse. Potrebbe trattarsi di Pitiriasi?

  15. Salve
    5 giorni fa mi è comparsa una macchia tondeggiante sul seno proprio accanto allareola, adesso sono comparse invece macchie più piccole su pancia e fondo schiena, se le premo e come se il colorito rosso sparisse può essere la pitiriase?

    • Ciao,
      le manifestazioni che possono mimare la Pitirasi rosea di Gibert sono molteplici motivo per cui non è sufficiente una descrizione, così come hai fatto, per fare diagnosi.
      Proprio per questo ti consiglio di farti visitare da un dermatologo per avere conferma e di conseguenza se lo fosse iniziare un trattamento idratante e lentivo perché come scritto nel post la malattia è autilimitante mentre se non lo fosse avere indicazioni mirate su come procedere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome