Dermatite seborroica cenni storici

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

L’argomento di oggi è la dermatite seborroica, ne soffre l’1-5% della popolazione ed è diffusa in tutto il mondo, tutte le razze umane sono soggette a questa patologia e gli uomini sembrano essere quelli maggiormente interessati.

Come la maggior parte di voi saprà è una condizione che tende a migliorare durante l’estate per un’azione benefica del sole, poi invece tende a peggiorare durante i cambi di stagione e soprattutto in inverno.

La modalità con la quale si manifesta la vedremo successivamente, oggi voglio soffermarmi su un aspetto storico della patologia, dovete sapere infatti che non è una patologia recente ma una patologia molto molto molto vecchia, la descrisse già Galeno nel 150 e dovete sapere che gli antichi cercarono anche di capire quali erano i meccanismi responsabili di questa patologia della pelle e loro intuirono che la seborrea era determinante e pensavano che tutti coloro che avevano la dermatite seborroica era dovuto al fatto che avevano un eccesso di sebo, quindi avevano una pelle lucida, una pelle untuosa.

E qui mi fermo un attimo per chiedervi quante persone voi conoscete che hanno la pelle untuosa, lucida questo eccesso di sebo ma non hanno la dermatite seborroica? Sono tanti vero? Quindi vuol dire che questa loro intuizione non era veritiera in tutto.

La seborrea non era l’unica causa della patologia e non riuscirono a individuarne delle altre e ad un certo punto sembra quasi che buttarono via la spugna e iniziarono a descriverla come una deformità non importante da curare, come se volessero sottolineare ai contemporanei e poi ai posteri che loro in realtà erano impegnati, da lì in poi, a studiare patologie più importanti per l’uomo proprio perché non riuscivano a capirci molto di questa dermatite seborroica e nel momento in cui non vengono individuate quelle che sono le cause della patologia, di conseguenza anche la terapia è fallimentare.

Passarono molti anni, anzi molti secoli e arriviamo all’ottocento quando un collega americano, si chiama Duncan Barclay, i miei colleghi lo conosceranno molto bene, individuò quelli che erano i momenti salienti, quelli responsabili della patologia e li descrisse in una pubblicazione famosa del 1885 e ancora oggi sono validi, ve li spiegherò fra poco; questo è un collega americano che si è dedicato a diverse patologie e oltre alla dermatite seborroica si è occupato anche dell’acne, della psoriasi e della rosacea.

Dopo avervi presentato questi cenni storici di una patologia comune e frequente ancora oggi, nei prossimi tutorial vi spiegherò perché alcune persone ne soffrono rispetto agli altri, come si manifesta, quali sono appunto le cause e quali sono i trattamenti migliori sia da un punto di vista farmacologico, sia da un punto di vista cosmetico.

Continuate a seguirci

Scrivimi! Sarò lieto di risponderti (il tuo indirizzo email non sarà pubblicato)

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome