Come eliminare i peli dei nei? Cosa fare e cosa non fare

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Come fare per eliminare i peli dei nei? E’ meglio usare la ceretta? Oppure la pinzetta? L’ago può essere fatto? E il laser?

A volte sui nei sono presenti peli più lunghi degli altri, spesso ispidi e di colore scuro, nero o marrone, che, soprattutto quando localizzati ad esempio al viso o alle braccia, rappresentano un problema estetico.

Questi peli si trovano su tutta la superficie del neo e a volte possono essere morbidi al tatto e altre volte molto duri.

Neo con i peli
Neo con i peli

I nei che presentano tali peli sulla loro superficie sono quelli congeniti oppure quelli dermici.

I nevi congeniti sono tutti quelli presenti alla nascita o che compaiono nelle primissime settimane di vita e le cui dimensioni possono variare da pochi centimetri  a diversi decimetri. In quest’ultimo caso quando il loro diametro è superiore ai 20 centimetri si chiamano nei congeniti giganti e possono interessare ampie zone del corpo: un braccio, una gamba, la radice di un arto, il tronco ecc…

Mentre i nevi dermici si localizzano spesso al volto e si manifestano di forma ovalare o circolare e sono rilevati sul piano cutaneo. Il loro colore può variare da rosa a nero. Frequente il loro riscontro nell’uomo a livello della barba con il dubbio e la paura di traumatizzarli ogni volta che ci si rade.

Ecco come depilare i peli dei nei!

Come togliere i peli dei nei?

I peli dai nei possono essere rimossi eliminando il loro fusto, ovvero la porzione di pelo che emerge al di sopra della superficie cutanea, così come succede quando ad esempio ci si rade oppure per intero insieme alla radice, la porzione di pelo che si trova al di sotto della superficie della pelle.

Per fare ciò alcune metodiche possono essere usate e altre no. Vediamole insieme una per una.

Si può usare la pinzetta per strappare i peli dai nei?

Si!

Nessun problema ad usare la pinzetta per strappare i peli dal neo. E’ una metodica che in alcun modo può creare un danno a carico dei nei.

Si può usare il rasoio per rimuovere i peli del neo?

Si può essere fatto.

Con il rasoio è possibile eliminare solo il fusto del pelo e l’unico problema che si potrebbe verificare è di traumatizzare, ferire e quando far sanguinare il neo mentre ci si rade.

Questo tipo di traumatismo anche se ripetuto nel tempo non è pericoloso per il neo, non è in grado di indurre trasformazioni maligne che spesso uno potrebbe temere.

Quando il neo viene traumatizzato dal rasoio e sanguina è sufficiente tamponare la perdita di sangue esercitando una leggera pressione con una garza e poi applicare per qualche giorno un antisettico per favorire la cicatrizzazione ed evitare che la ferita possa infettarsi.  

Si può usare l’ago per eliminare i peli dei nei?

Si può fare.

L’elettrocoagulazione, comunemente chiamata ago, è un metodica oggi poco usata per eliminare i peli.

Il suo nome comune deriva proprio dal sottile ago usato pelo per pelo. L’ago viene fatto scivolare lungo e all’interno del follicolo pilifero e una volta sottocute emette una scossa elettrica di modesta entità e impercettibile.

Si crea in questo modo un danno in profondità e all’interno del follicolo che guarisce con la formazione di una cicatrice, che a volte è possibile notare come un piccola chiazza sulla pelle di pochi millimetri di forma circolare e di colore bianca.

Anche il questo caso la metodica se da un lato elimina il pelo dall’altra non è in gradi di creare un danno al neo, motivo per cui può essere usata anche se personalmente la sconsiglio per due motivi:

  1. esiti cicatriziali puntiformi che si possono notare sulla pelle e in questo cas nel contesto del neo
  2. rischio che si formino dei peli incarniti a causa della distruzione delle pareti follicolari ma non delle strutture deputate alla crescita del pelo.

Si può fare la ceretta sui nei per eliminare i peli?

La ceretta è un metodo semplice e molto comune che consiste nello strappo dei peli dopo applicazione di un sottile strato di cera sulla zona in cui sono presenti i peli.

Anche la ceretta può essere usata per eliminare i peli dei nei anche se per farlo oltre alla cera si usa il metodo dello zucchero.

Lo strappo è in grado di eliminare i peli senza arrecare danni al neo anche se uno strappo un po più aggressivo potrebbe escoriare la superficie del neo creando un’abrasione superficiale.

Quando ciò si verifica è possibile notare sulla superficie dello strappo dove sono presenti i peli anche una macchia scura, che corrisponde agli strati superficiali del neo che sono stati rimossi e raramente una piccola porzione di neo.

Se il neo è piatto è più probabile che venga rimosso solo lo strato superficiale, per cui se prima ad esempio era scuro notarlo di un colore più chiaro, mentre se rilevato può accadere che subisca una trauma e in alcuni casi sanguinare.

Anche in questo caso così come per la rasatura è necessario tamponare con una garza per bloccare in sanguinamento e poi usare un antisettico per cicatrizzare il neo ferito.

Si può usare il Silk-Épil per eliminare i peli dei nei?

 

Si può usare.

 Allo stesso modo della ceretta è una metodica che comportando lo strappo dei peli non crea danni in grado di indurre trasformazioni maligne a carico dei nei.

Quindi ogni qualvolta si usata una tecnica che rimuove con lo strappo i peli di un neo è possibile usarla senza problemi per il neo.

 Lo stesso vale quando si usa il filo di cotone per eliminare i peli con la tecnica siriana.

Si può usare il laser o la luce pulsata per eliminare i peli dei nei?

La risposta è no!

Sia il laser sia la luce, anche se con modalità differenti, consistono in un impulso luminoso particolarmente intenso e di breve durata che non può essere usato per eliminare i peli dei nei per diversi motivi:

  1. i nei data la presenza del loro colore scuro si possono scottare
  2. i nei trattati con il laser o la luce pulsata subiscono sempre dei cambiamenti di foto-attivazione, documentabile con la dermatoscopia, e in alcuni casi anche di regressione del neo stesso.

Questo discorso vale anche nel caso delle apparecchiature a luce pulsata per uso domestico e personale che è possibile acquistare anche online.

Conclusioni

Eccezion fatta per il laser e la luce pulsata  tutte le altre più comuni tecniche possono essere usate per eliminare i peli dei nei, cosa ben diversa dall’utilizzare tali metodiche per eliminare i peli indesiderati del corpo. In questo caso quando si esegue il trattamento, proprio per evitare i fenomeni citati sopra, i nei vengono schermati colorandoli con una matita bianca per il trucco.

Quando il neo comunque si dovesse traumatizzare in seguito alla rimozione dei peli dopo aver tamponato per contrastare il sanguinamento chiedete sempre il consulto del dermatologo per accertare il tipo e l’entità di danno e avere conferma sul trattamento da seguire per favorire la cicatrizzazione.

A volte pur di non avere più i peli sui nei, alcuni pazienti chiedono al dermatologo di asportare il neo.

In questi casi se la tecnica utilizzata per asportare il neo è lo shaving, che consiste solo nella rimozione della porzione di neo al di sopra della superficie della pelle, il neo verrà eliminato ma i peli rimarranno. Se, invece, viene eseguita un’asportazione chirurgica con la rimozione anche della radice del neo e chiusura della ferita con i punti di sutura, anche i follicoli piliferi del neo verranno asportati e  quindi eliminati.

E tu cosa fai per eliminare i peli dei nei?

Quale metodo per eliminare i peli dei nei ritieni sia più efficace?

Ti è mai capitato di traumatizzare un neo mentre eliminavi i suoi peli?

Scrivi la tua esperienza nei commenti!


Risorse utili

Come eliminare i peli indesiderati dai nei con l’epilatore elettrico

Dott. Alessandro Martella
Dott. Alessandro Martellahttps://www.alessandromartella.it/
Laureato in Medicina e Chirurgia e Specializzato in Dermatologia e Venereologia presso l'Università di Modena e Reggio Emilia. Sono autore di oltre 50 lavori scientifici in Dermatologia. Ho conseguito il Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza presso l'università di Ferrara. Faccio parte del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali (AIDA). Ricopro il ruolo di Direttore Responsabile della Rivista DA 2.0

4 Commenti

  1. Grazie, buono a sepersi che si possono depilare anche eventuali nei con relative peluria, senza rischiare di “eccitarli”, con ceretta o facendo il rasoio, ovviamente prestando la dovuta attenzione ma con conseguenze che non vanno oltre la possibile abrasione, sembra di capire.
    Vuoi dire che se il neo si sviluppa ulteriormente, confermi che è perchè l’avrebbe fatto comunque?
    Parlo in generale, pur non avendo che io sappia, questo problem. A presto e grazie.

Scrivimi! Sarò lieto di rispondere alle tue richieste riguardanti l’articolo

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

dermatite seborroicavideo
Oggi vi voglio parlare della terapia farmacologica della Dermatite seborroica, più esattamente della terapia topica, ovvero di tutto ciò che come farmaco può essere applicato sul cuoio capelluto sul volto o sul tronco nel caso in cui un adulto soffre di dermatite seborroica. La mia vuole essere solamente una esemplificazione e non dare delle indicazioni terapeutiche che rimando sempre alla scelta del dermatologo e invito fin da...