Le tinture per capelli possono causare il tumore al seno?

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Il cancro alla mammella è il tumore più frequentemente diagnosticato e la seconda causa di morte per cancro tra le donne negli Stati Uniti e in Europa. Storicamente, le donne Afro Americane( AA) hanno mostrato di avere minore incidenza del carcinoma al seno rispetto alle donne bianche, ma i dati recenti mostrano una convergenza di questi dati, anche se le donne Afro Americane (AA) continuano ad avere maggiore incidenza del cancro al seno in età più giovane e più alti tassi di mortalità per cancro della mammella.

L’osservazione di sostanze cancerogene nei prodotti per capelli – in particolare tinture per capelli, relaxers chimici e condizionatori contenenti colesterolo o placenta – come fattori di rischio di cancro al seno sia nelle donne bianche che nelle AA deve essere valutata attentamente e correlate all’aumento del rischio di cancro al seno  in relazione ai recettori per gli estrogeni (ER) o ad altri fattori  quali:

  • pubertà
  • gravidanza
  • storia della salute personale
  • esposizioni prenatali
  • storia riproduttiva
  • uso prolungato di ormoni
  • stile di vita
  • esposizione al fumo
  • consumo di alcol
  • attività fisica
  • uso di vitamine

L’uso di tinture per capelli è più comune tra le donne bianche che nelle Afro Americane (58 contro 30%) mentre lo stiraggio dei capelli e l’utilizzo di condizionatori è più comune tra le Afro Americane (59 rispetto al 6%) a causa della loro maggiore attenzione per la stiratura dei capelli.

In generale l’uso di tinte per capelli, specie quelle di tonalità scure soprattuto se applicate frequentemente sul cuoio capelluto, è associato a un aumento del rischio di cancro della mammella.

Perchè le tinture per i capelli sono pericolose?

Un’ipotesi correlata è la composizione chimica dei coloranti per capelli soprattutto per le tonalità più scure che contengono ammine aromatiche che sono i componenti di ossidazioni per capelli. Inoltre, il contatto diretto cuoio capelluto-colorante  può portare ad assorbimento cutaneo di questi composti nocivi, in particolare con l’esposizione a lungo termine. Alcuni autori hanno osservato che l’uso di tinture di tonalità scure può essere associato al cancro della mammella e  all’aumento del rischio di linfoma e mieloma multiplo non -Hodgkin con un aumento del rischio di ben 4 volte e marginalmente anche aumento del rischio del 29% di cancro alla vescica.

Conclusioni

L’attenzione ai prodotti per capelli come importanti fattori di rischio per la carcinogenesi del carcinoma della mammella richiede  ulteriori studi e indagini  ma l’uso di prodotti sicuri scientificamente documentati deve essere raccomandato.

Dott. Lucia Villa
Dott. Lucia Villa
Il mio motto è:" l'occhio vede quello che la mente sà. Chi più sa più dubita!" Mamma di Edoardo e Michele e moglie di Paolo, sono nata e vivo a San Benedetto del Tronto. Sono Dermatologa e il mio principale campo di interesse è la Tricologia, la branca della dermatologia che studia e approfondisce la fisiologia, le malattie e le cure dei capelli. Data questa mia passione professionale ho conseguito il Master in Tricologia presso la clinica Universitaria Santa Chiara di Firenze

Scrivimi! Sarò lieto di rispondere alle tue richieste riguardanti l’articolo

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

macchie della pellevideo
Semplici indicazioni su cosa fare o non fare in caso di macchie della pelle