Cos’è un neo blu?

Generalmente benigni vanno però tenuti comunque sotto controllo per rilevare eventuali cambiamenti nel tempo

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

I nei possono apparire sulla pelle in una varietà di forme, dimensioni e colori. Un tipo di questi è il neo blu, che prende il nome proprio dal suo colore caratteristico.

Sebbene questi nei possano sembrare insoliti, sono generalmente benigni e non devono essere motivo di preoccupazione.
Come ogni neo, però, vanno tenuti sotto controllo per rilevare eventuali cambiamenti nel corso del tempo.

Che aspetto ha un neo blu?

I nei possono effettivamente apparire in tutti i tipi di sfumature, non solo la tipica varietà marrone che ci si potrebbe aspettare.

I nei blu appaiono di questo colore perché si formano in uno strato di pelle più profondo rispetto ai nei e alle lentiggini di colore marrone. L’ombra di un neo blu può variare dal blu chiaro al blu scuro.

Altre caratteristiche comuni sono:

  • piccola taglia
  • forma rotonda
  • superficie rialzata o piana
  • superficie liscia
  • dimensione tra 1 e 5 millimetri

neo-blu-dermatoscopia
neo blu (visione dermatoscopica) 

È possibile avere un altro tipo di neo blu oltre la varietà comune. Uno di questi è il neo blu cellulare.

Questo tipo di neo blu:

  • sporge di più dalla pelle, come un nodulo
  • è più solido
  • è di dimensioni maggiori
  • può crescere col tempo

In casi estremamente rari, un neo blu potrebbe essere maligno.
I nevi cancerosi possono apparire come un neo blu cellulare o comune, ma si sviluppano in età avanzata e possono iniziare a sembrare ulcere. Possono anche avere una forma più nodulare o simile a una piaga.

I nevi blu possono apparire in molti punti del corpo e sono generalmente isolati.

Ciò significa che probabilmente non vedrai più di un neo in una determinata area.

Alcune aree del corpo su cui potrebbe comparire un neo blu includono:

  • cuoio capelluto
  • collo
  • fondo della schiena o glutei
  • mani
  • piedi

Che cosa causa la comparsa dei nevi blu e chi è a rischio?

Non è chiaro cosa causi i nevi blu.
Possono apparire a qualsiasi età o essere presenti fin dalla nascita.
Spesso compaiono nei bambini e nei giovani adulti e più frequentemente nelle donne.

I nevi blu maligni sono rari. Gli uomini sui 40 anni possono essere più a rischio per questo tipo di nei

Non è raro avere altri tipi di nei oltre a un neo blu. La maggior parte delle persone ha tra 10 e 40 nei.
Chi ha la pelle chiara può avere più nei rispetto a chi ha carnagione più scura.
Inoltre i nei, nel corso della vita, possono cambiare colore, tonalità o dimensione.

Quando rivolgersi a un Dermatologo

I nei che si sviluppano nell’età adulta possono essere motivo di preoccupazione.

Se dopo i 30 anni compare un neo blu o altri nei, è bene consultare il Dermatologo.

Potrebbero essere un segno di cancro della pelle come il melanoma.

Anche modifiche ai nevi blu o ad altri nei possono essere motivo di preoccupazione. Tenendo sotto controllo medico eventuali cambiamenti repentini o impercettibili sulla pelle e sui nei, sarà possibile rilevare in tempo i primi segni di cancro della pelle.

Dovresti far controllare i nevi blu insieme ad altri nevi quando:

  • sembrano di forma asimmetrica
  • hanno un bordo che non è liscio
  • cambiano colore
  • crescono di dimensioni o sono più grandi di 6 millimetri
  • sporgono sulla parte superiore della pelle
  • sono fastidiosi, dolorosi, pruriginosi, perdono liquido o sanguinano

Se noti uno di questi cambiamenti, consulta il tuo Dermatologo per una valutazione.

Sebbene il dermatologo possa diagnosticare il neo blu immediatamente dopo averlo esaminato, può raccomandare una biopsia attraverso la quale si può determinare se il neo è maligno.

La rimozione è necessaria?

Un neo blu in genere non è problematico. Si può avere un neo blu benigno sulla pelle per tutta la vita. L’unico caso in cui un dermatologo consiglierà la rimozione è se il neo in questione è maligno.

Si può decidere di rimuovere il neo anche nel caso in cui causa fastidio per la posizione in cui si trova. Ad esempio, se strofina contro la pelle o provoca altre irritazioni.

Il dermatologo può utilizzare due procedure per rimuovere il neo: un’asportazione chirurgica o uno shaving.
Probabilmente utilizzerà un anestetico locale e potrebbero essere necessari dei punti di sutura. La pelle che circonda il neo rimosso guarirà in poco tempo.

Se il neo blu riappare dopo la rimozione, occorre contattare il Dermatologo, perché potrebbe essere un segno di cancro della pelle.

Conclusioni

Un neo blu di solito non è motivo di allarme, perché in genere è benigno.
Se però appare in età adulta o se si modifica nel tempo, è opportuno consultare il Dermatologo per verificare la presenza di malignità e decidere il da farsi.


Riferimenti scientifici

Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

Scrivimi! Sarò lieto di risponderti (il tuo indirizzo email non sarà pubblicato)

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

Le cicatrici dell'Acnevideo
Vi racconto questa storia. Quando ero un ragazzo, quando ero anche molto piccolo e probabilmente non avevo neanche le idee chiare, per quanto riguarda la mia professione, che da grande avrei fatto il dermatologo, mi ricordo che c'erano diversi adulti, sia ragazzi che ragazze, che avevano il viso pieno di cicatrici.Avevano questo viso deturpato e li guardavo con curiosità, attenzione, non riuscivo a capire i...