I ricercatori canadesi hanno scoperto che l’Acne può associarsi a depressione.

Isabelle Vallerand dell’Università di Calgary ha osservato, durante un periodo di follow-up di 15 anni, che le persone con Acne avevano una probabilità maggiore di sviluppare la depressione rispetto a quelli senza acne (18,5% contro 12,0%).

Il rischio di sviluppare la depressione era più alto entro il primo anno della diagnosi di Acne. e rimaneva significativo fino a 5 anni dopo la diagnosi di acne, anche se progressivamente diminuito gradualmente nel tempo.

“Siamo rimasti sorpresi nello scoprire che nel primo anno, dopo una diagnosi di Acne, questi pazienti hanno un rischio aumentato del 63% di sviluppare depressione rispetto ai pazienti che non avevano l’Acne e che questo rischio rimaneva significativamente aumentato fino a 5 anni dopo la diagnosi iniziale della malattia dermatologica”, ha detto Vallerand a MedPage Today. “Non è escluso che tale associazione sia una conseguenza dell’impatto dell’Acne sulla qualità di vita del paziente, un impatto che può avere forti ripercussioni mentali.”

Inoltre, Vallerand ha detto fatto presente che l’idea dello studio è stata motivata dai: “numerosi rapporti negli ultimi anni sull’Isotretinoina (Accutane) e i disturbi psichiatrici … dopo che il nostro team ha recentemente pubblicato una revisione sistematica sugli effetti avversi dell’Isotretinoina, che non ha fatto identificare un aumento dei disturbi psichiatrici dal suo utilizzo, ci siamo chiesti se l’acne stessa possa contribuire ad aumentare il rischio di malattie mentali “.

L’analisi ha incluso i dati della rete di miglioramento della salute in Gran Bretagna, un ampio registro di assistenza primaria, che copre i pazienti di età compresa tra 7 e 50 anni. Sono stati inclusi solo i nuovi casi, mentre quelli con una diagnosi di Acne o depressione prima del follow-up sono stati esclusi.

Durante i primi 5 anni, dopo la diagnosi di Acne, le donne avevano maggiori probabilità di sviluppare successivamente un disturbo depressivo maggiore. Durante il follow-up di 15 anni, l’obesità è stata anche segnalata come un fattore confondente nel rischio associato.

In una sottoanalisi, il rischio di depressione nei primi 5 anni è rimasto significativo dopo aver escluso i pazienti a cui era stata prescritta l’isotretinoina e che probabilmente soffriva dell’acne più grave.

“Raccomandiamo che gli operatori sanitari che trattano i pazienti affetti da acne siano consapevoli dei sintomi emergenti della depressione, al fine di aiutare ad avviare precocemente interventi, quando necessario”, ha concluso Vallerand

Consulto online

Risposta entro 5 ore

Lascia un commento per chiedere maggiori dettagli o chiarimenti! Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema. Per chiedere un parere personale e riservato ti segnaliamo il CONSULTO ONLINE CON IL DERMATOLOGO.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome