La piattaforma professionale di Salute Digitale dedicata alla Dermatologia.
Diffidate dalle imitazioni.

La piattaforma professionale di Salute Digitale dedicata alla Dermatologia.

Diffidate dalle imitazioni.

Come trattare e prevenire l’acne del cuoio capelluto

Supervisione scientifica a cura del DOTT. A. MARTELLA

L’acne è meno comune sul cuoio capelluto rispetto ad altre zone del corpo. Tuttavia, può essere altrettanto fastidioso.

I pori ostruiti spesso causano brufoli sul cuoio capelluto o l’acne del cuoio capelluto. Mantenere i capelli e il cuoio capelluto puliti e utilizzare shampoo medicati può aiutare a curare la condizione.

Questo articolo esamina come è possibile identificare l’acne del cuoio capelluto, cosa causa lo sviluppo dell’acne del cuoio capelluto e discute i modi in cui una persona può trattare e prevenire questa condizione.

Cos’è l’acne del cuoio capelluto?

L’acne del cuoio capelluto si riferisce ai brufoli e agli sfoghi che si sviluppano sul cuoio capelluto o sull’attaccatura dei capelli.

L’acne del cuoio capelluto può svilupparsi quando i follicoli piliferi vengono ostruiti da un accumulo di cellule morte della pelle o da un eccesso di sebo, che può portare a un’infiammazione nel follicolo pilifero. Il sebo è l’olio naturale prodotto dalle ghiandole sebacee per formare una barriera protettiva sulla pelle.

I pori di una persona possono anche ostruirsi se non si lavano i capelli frequentemente o se indossano regolarmente copricapi che provocano attrito contro il cuoio capelluto.

L’ American Academy of Dermatology Association (AAD) osserva è più frequente sviluppare protuberanze o brufoli sul cuoio capelluto in concomitanza all’utilizzo di determinati shampoo, balsami o lacche per capelli.

Questo particolare tipo di sfogo è chiamato acne cosmetica, che si riferisce all’acne del cuoio capelluto che si sviluppa utilizzando prodotti che entrano in contatto con i capelli o la pelle.

Inoltre, organismi che possono portare all’infiammazione includono:

  • fungo
  • acari
  • Staphylococcus epidermidis
  • Propionibacterium acnes

Trattamento per l’acne del cuoio capelluto

Nel caso di una forte infiammazione potrebbe essere necessario ricorrere ad un trattamento topico medicato per l’acne del cuoio capelluto.

I prodotti topici medicati per l’acne del cuoio capelluto possono essere acquistati senza prescrizione medica.

Gli ingredienti comuni in questi prodotti possono includere:

  • Acido salicilico: questo è un comune ingrediente utilizzato nei prodotti per la cura della pelle per combattere l’acne. L’acido salicilico aiuta a eliminare le cellule morte della pelle rompendo i legami tra di loro.
  • Acido glicolico: questo acido può aiutare a esfoliare il cuoio capelluto e rimuovere le cellule morte della pelle, i batteri e il sebo.
  • Ketoconazolo: un agente antimicotico, il ketoconazolo è usato per trattare la pelle arrossata o squamosa.
  • Ciclopirox: è un agente antimicotico usato per trattare le infezioni della pelle e viene spesso aggiunto agli shampoo antiforfora
  • Perossido di benzoile: un ingrediente antibatterico, il perossido di benzoile aiuta ad eliminare i batteri Propionibacterium acnes, che possono essere presenti nell’acne del cuoio capelluto.

Per l’acne persistente del cuoio capelluto e sintomi come perdita di capelli e infiammazione, è sempre consilgliabile prendere in considerazione la possibilità di discutere i seguenti trattamenti con un dermatologo:

  • unguenti antibiotici topici
  • iniezioni di steroidi
  • antibiotici orali
  • antistaminici per reazioni allergiche
  • fototerapia
  • farmaci specifici per l’acne grave, come l’isotretinoina

Ulteriori informazioni sugli antibiotici per l’acne.

I pazienti che soffrono di acne del cuoio capelluto dovrebbe utilizzare solo un tipo di trattamento per il cuoio capelluto alla volta, se non diversamente indicato da un medico. In questo modo, sarà più facile per una persona monitorare l’efficacia dei singoli prodotti contro l’acne del cuoio capelluto.

Quali sono le cause dell’acne del cuoio capelluto?

L’acne del cuoio capelluto può variare nel suo aspetto. A volte, l’acne del cuoio capelluto può assomigliare a piccoli brufoli sul cuoio capelluto. Questi punti possono svilupparsi sulla parte posteriore della testa e possono avvertire prurito e dolore.

In altri casi, una persona può sviluppare brufoli lungo l’attaccatura dei capelli o avere protuberanze o cisti dolorose sotto la pelle.

I brufoli sul cuoio capelluto si verificano quando un poro o un follicolo pilifero si ostruiscono con cellule morte della pelle o sebo.

Anche batteri, lieviti o acari possono entrare nei pori e causare una reazione.

I fattori che possono causare l’acne del cuoio capelluto includono:

  • cellule morte della pelle o olio che ostruiscono i follicoli
  • un accumulo di prodotti, come gel per capelli, trattamenti leave-in o lacca per capelli
  • poca igiene, non lavando i capelli a sufficienza
  • aspettare troppo a lungo dopo un allenamento per lavare i capelli
  • sudorazione mentre si indossa un copricapo, soprattutto se provoca attrito

I germi specifici che possono causare brufoli sul cuoio capelluto includono:

  • Lieviti della famiglia Malassezia
  • Cutibatterio
  • Staphylococcus epidermidis
  • Propionibacterium acnes
  • Staphylococcus aureus
  • Demodex follicolorum
  • La dieta di una persona può anche essere collegata all’acne.

Uno studio pubblicato su Advances in Dermatology and Allergology suggerisce che una dieta ricca di carboidrati zuccherati può aumentare il rischio di acne.

I sintomi dell’acne del cuoio capelluto

L’ AAD afferma che le persone con acne del cuoio capelluto possono notare di avere:

  • piccole protuberanze lungo l’attaccatura dei capelli, sulla fronte o nella parte posteriore del collo
  • punti bianchi sul cuoio capelluto o sull’attaccatura dei capelli
  • protuberanze sul cuoio capelluto che sono dolorose

Alcune persone possono anche sviluppare protuberanze che possono sentire ma che non sono visibili.

Prevenire l’acne del cuoio capelluto

L’igiene del cuoio capelluto svolge un ruolo essenziale nell’evitare i pori ostruiti. Una persona dovrebbe lavarsi i capelli ogni volta che iniziano a sentirsi grassi e dopo ogni allenamento.

Per trattare l’acne del cuoio capelluto e prevenire ulteriori riacutizzazioni, una persona può considerare:

  • indossare copricapi più larghi per far respirare il cuoio capelluto
  • lavare i capelli subito dopo l’esercizio fisico
  • evitare di usare troppi prodotti per capelli, come lacche e gel
  • seguire una dieta che può aiutare a migliorare la salute della pelle
  • tenere un diario alimentare per vedere se alcuni alimenti causano riacutizzazioni

Per alcune persone, lavarsi i capelli di rado può causare l’acne del cuoio capelluto. Per altre persone, lavarsi i capelli troppo spesso può privare la pelle del sebo protettivo, che può aumentare il rischio di irritazione del cuoio capelluto.

Tipi di acne del cuoio capelluto

E’ possibile sviluppare brufoli sul cuoio capelluto, che, secondo articolo del 2019, può essere:

  • Lieve: questo di solito include punti bianchi e punti neri, che sono i pori ostruiti della pelle.
  • Moderato: gli individui con acne moderata del cuoio capelluto possono avere un numero maggiore di brufoli infiammati, chiamati papule, visibili sulla superficie della pelle. Una persona può anche avere pustole , che sono piene di pus.
  • Grave: una persona con acne grave avrà più papule e pustole e il cuoio capelluto può sviluppare noduli e cisti , che possono essere dolorose.
    Ulteriori informazioni sui tipi comuni di protuberanze cutanee.

Ci sono una serie di ragioni per cui sul cuoio capelluto possono comparire protuberanze e brufoli, che possono rendere più difficile identificare l’acne del cuoio capelluto. Questi motivi possono includere:

  • Follicolite del cuoio capelluto: la follicolite del cuoio capelluto è una condizione correlata in cui batteri, infezioni da lieviti o peli incarniti sul cuoio capelluto provocano l’infezione e l’infiammazione dei follicoli piliferi. Ciò può causare protuberanze rosse pruriginose che possono variare di dimensioni.
  • Dermatite seborroica: la dermatite seborroica è una condizione comune che causa la forfora e spesso lascia il cuoio capelluto rosso e squamoso. La raccolta nell’area può causare lesioni aggiuntive, portando a segni che ricordano i brufoli.
  • Cisti pilar: le cisti pilar sono protuberanze dure piene di cheratina che si formano vicino alla radice dei capelli. A differenza dell’acne del cuoio capelluto, questi dossi di solito non hanno la testa bianca.
    In altri casi, le protuberanze sul cuoio capelluto possono essere un segno di cellule cancerose, come il carcinoma a cellule squamose .

Quando vedere un medico

E’ sempre consigliabile consultare un medico se si notano segni di infezione in uno qualsiasi dei brufoli del cuoio capelluto, come dolore, infiammazione o pus.

L’ AAD afferma che quando l’acne del cuoio capelluto di una persona è causata da prodotti per la cura della pelle o dei capelli, l’acne del cuoio capelluto può scomparire da sola dopo che l’individuo ha smesso di usare i prodotti.

Sommario

I brufoli sul cuoio capelluto sono relativamente comuni e vengono trattati in modo simile all’acne su altre parti del corpo.

Quando si tratta l’acne del cuoio capelluto, un dermatologo consiglia spesso farmaci topici, che possono includere shampoo medicati quotidiani.

Una persona può provare a prendere misure preventive per migliorare l’acne del cuoio capelluto, come cambiare i prodotti per la cura dei capelli o aumentare o diminuire la quantità con cui si lavano i capelli in generale.

L’acne del cuoio capelluto a volte può essere un segno di condizioni più gravi. Nel caso in cui l’acne del cuoio capelluto non risponde al trattamento è sempre consigliato consultare un dermatologo per modificare altri trattamenti o diagnosi.


Riferimenti scientifici

spot_img

Per commentare gli articoli abbonati a Myskin oppure accedi, se sei gia' abbonato

Redazione medico-scientifica di Myskin
Redazione medico-scientifica di Myskin
Articoli, studi scientifici e tecnologie per la rivoluzione digitale in Dermatologia.

Desideri gli aggiornamenti di Myskin?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti dei dermatologi esperti di Myskin!
Inserisci il tuo indirizzo e-mail.

spot_img