Trovare una zecca gonfia sul proprio corpo non è mai divertente.
Le zecche portano malattie, il che potrebbero farti pensare due volte prima di decidere di fare un’escursione nei boschi. Non devi evitare l’aria aperta, però. La prima linea di difesa è evitare i loro morsi.
Segui questi 10 consigli per evitare le zecche e, soprattutto, i morsi di zecca, quando ti trovi all’aria aperta.

Perché le zecche sono un serio pericolo per la salute

A differenza degli scarafaggi e delle cimici, le zecche sono molto più di un fastidio.Possono trasportare e trasmettere diverse malattie gravi che, se non trattate, possono essere debilitanti o, in rari casi, addirittura mortali.
Non tutte le zecche portano malattie, ma ovviamente è meglio prevenire che curare.

Se ci si trova in aree con piante ed erba, a temperature superiori allo zero, si corre il rischio di incontrare le zecche.

morso zeccaMolti tipi di zecche sono portatori di malattie. Le malattie trasmesse dalle zecche includono ma non sono limitate a:

  • La malattia di Lyme, un disturbo che può causare una vasta gamma di sintomi gravi che vanno da disturbi articolari a problemi cardiaci
  • Virus Heartland
  • Febbre di Rocky Mountain
  • Febbre ricorrente recidivante
  • Tularemia

Una volta contratta, una malattia trasmessa dalle zecche, può diventare cronica.
Anche dopo il trattamento, molte persone hanno sintomi residui da malattie trasmesse da zecche.

A proposito di antiparassitari e repellenti

Dietiltoluamide, nota anche come DEET, e Permetrina, sono i due pesticidi più efficaci contro le zecche.

In combinazione con pantaloni lunghi, calze e camicie a maniche lunghe, possono aiutarti a proteggerti dalle zecche.

È importante sapere che:

DEET è un composto chimico completamente diverso dal DDT. È stato testato e dimostrato sicuro quando utilizzato secondo le istruzioni. È molto importante, tuttavia, che non venga ingerito.

La permetrina è un potente pesticida ma comporta alcuni rischi.
In genere, la permetrina viene utilizzata su abbigliamento, stivali e altri capi. Non dovrebbe essere usato sulla pelle.
I prodotti veterinari come Advantix e Frontline possono essere applicati mensilmente a cani e gatti e svolgono un ottimo lavoro nel minimizzare le infestazioni da parassiti (comprese le zecche). Gli shampoo e i trattamenti per i peli degli animali rischiano generalmente di essere meno efficaci.

10 suggerimenti per evitare i morsi di zecca

1. Utilizzare un prodotto contenente DEET pari o superiore al 20 percento su pelle e indumenti.

Applicare con cura il repellente sul viso, sul collo e sulle orecchie, evitando gli occhi o la bocca. Gli adulti dovrebbero applicare i prodotti contenenti DEET ai bambini piccoli, ed è importante avvertirli di non toccarsi la pelle. Potrebbe essere necessario riapplicare DEET dopo diverse ore.

2. Applicare la permetrina su abbigliamento, scarpe da trekking, tende e sedie da campo.

I prodotti contenenti permetrina non dovrebbero mai essere usati sulla pelle. L’applicazione rimane efficace sull’abbigliamento anche dopo diversi lavaggi. Puoi usare la permetrina con i tuoi vestiti, ma se hai bisogno di una protezione di lunga durata, potresti considerare l’acquisto di indumenti pretrattati come la linea di abbigliamento venduta da Ex-Officio.

Il trattamento dura fino a 70 lavaggi.

3. Indossare abiti chiari.

Avrai una migliore possibilità di vedere la zecca prima che raggiunga la tua pelle.

4. Indossare pantaloni lunghi e infilarli nei calzini.

Infila le gambe dei pantaloni nei calzini e tieni la maglietta infilata nella cintura.
Nelle aree in cui le zecche sono abbondanti, considera l’uso di elastici o nastro adesivo per creare una barriera antiintrusione ai polsini.

5. Non dimenticare di trattare il tuo animale domestico.

I cani spesso accompagnano i loro padroni durante le escursioni all’aperto e hanno la tua stessa probabilità di attirare le zecche. Fortunatamente, trattamenti una tantum come Advantage possono tenere a bada le zecche con facilità.

6. Rimani sui sentieri.

Le zecche si trovano solitamente in superficie e sulla vegetazione alta, in attesa di un ospite di passaggio. Quando la tua gamba passa attraverso la vegetazione, la zecca si trasferisce sul tuo corpo.

Cammina su sentieri designati ed evita di attraversare prati o altre aree erbose o coperte da cespugli.

7. Evitare i luoghi infestati dalle zecche.

In alcuni zone, le zecche possono essere troppo presenti per essere evitate, anche con i migliori repellenti e pantaloni lunghi. Se ti avventuri in una zona boscosa o in un campo e trovi le tue gambe coperte di zecche, torna indietro.

Consulto online

Risposta entro 5 ore

8. Osservate il vostro corpo.

Osserva e cerca in tutti quei posti dove le zecche si amano nascondere: tra i tuoi capelli, sotto le braccia, tra le gambe, dietro le ginocchia e persino nell’ombelico.
Ricorda che alcune zecche sono minuscole, quindi dovrai guardare attentamente.
Chiedi a un amico di controllare la schiena, il collo e la parte posteriore delle gambe.

9. Metti i vestiti nell’asciugatrice.

La ricerca mostra che molte zecche possono resistere ai lavaggi in lavatrice, anche quando si utilizza l’acqua calda. La maggior parte delle zecche muoiono però durante un ciclo di asciugatura con aria calda e asciutta.

10. Controlla i tuoi animali domestici e i tuoi figli quando rientrano in casa.

Le zecche possono essere facilmente lasciate da animali e bambini su tappeti o mobili.
Possono poi aspettare lì per giorni un essere umano o un animale da compagnia a cui attaccarsi. Assicurati di controllare sia gli animali domestici che i bambini dopo essere rientrati a casa da posti a rischio.

2 Commenti

    • Ciao,
      nella stragrande maggioranza dei casi dopo la puntura di zecca è necessario rimuoverla, per farlo è meglioo rivolgersi al dermatologo in modo tale che il corpo venga rimosso insieme alla testa, e poi eseguire medicazioni locali per qualche giorno con la crema antibiotica,. Durante questo giorni è necessario il follow up periodico per controllare se nella zona della puntura compaiono aloni eirtematosi che gradualmente tendono ad ingrandirsi e che potrebbero essere il primo segno di un’infezione doviuta alla zecca da indagare immediatamente con degli esami del sangue specifici.

LASCIA UN COMMENTO!
Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.
Per chiedere un parere personale e riservato ti segnaliamo il CONSULTO ONLINE CON IL DERMATOLOGO.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome