Le pazienti di sesso femminile con acne ormonale i cui sintomi tipicamente svaniscono prima o dopo i cicli mestruali possono essere candidati ideali per lo spironolattone, ha detto Emmy M. Graber, MD, presidente del Dermatology Institute di Boston che ha parlato sull’uso dello spironolattone per l’acne all’incontro annuale dell’American Academy di Dermatologia (AAD) a San Diego.

Lo spironolattone è uno dei quattro agenti ormonali raccomandati dall’AAD nelle linee guida terapeutiche 2016 per l’acne vulgaris. La raccomandazione è stata classificata come una B a causa di evidenze incongruenti. Per confronto, i contraccettivi orali combinati hanno ricevuto un punteggio A; flutamide, un punteggio C; e corticosteroidi orali, un rating B.

Le donne che hanno fallito altre terapie – come il trattamento antibiotico – possono essere buoni candidati per lo spironolattone, come potrebbero i pazienti con acne ricorrente dopo una terapia con isotretinoina, ha detto il dott. Graber. Inoltre, le donne che assumono solo contraccettivi a base di progesterone potrebbero anche beneficiare degli effetti anti-androgeni dello spironolattone.

Lo spironolattone può funzionare bene per alcuni pazienti, ma possono essere necessari diversi mesi per vedere risultati positivi e potrebbe essere necessario un aggiustamento del dosaggio, ha detto il dott. Graber.

“Il dosaggio varia notevolmente da paziente a paziente. Alcuni pazienti potrebbero riscontrare in tre mesi di terapia solo un leggero miglioramento, il che significherebbe che potrebbero aver bisogno di un dosaggio più elevato “.

I pazienti con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) o irsutismo possono anche beneficiare del trattamento con spironolattone. “Alcuni pazienti con PCOS hanno cicli irregolari, ma ci sono anche pazienti con cicli mestruali irregolari che non hanno PCOS, che potrebbero essere buoni candidati per lo spironolattone”

Lo spironolattone è approvato negli Stati Uniti per iperaldosteronismo primario, insufficienza cardiaca congestizia, cirrosi epatica accompagnata da edema e / o ascite, sindrome nefrosica, ipertensione essenziale e ipopotassiemia. Anche se può essere efficace nel trattamento dell’acne, non ci sono dati sufficienti per supportare l’uso per il trattamento dell’acne, ha detto il dott. Graber che era un membro del gruppo di lavoro che ha preparato le linee guida del 2016.

Alcuni degli effetti collaterali più comuni dello spironolattone sono la diuresi, le irregolarità mestruali. Anche se l’iperkaliemia è un effetto collaterale raro e potenzialmente grave dello spironolattone, il monitoraggio regolare del potassio non è più ritenuto necessario nelle donne giovani e in buona salute che assumono il farmaco, ha detto il dott. Graber.

Uno studio del 2015 pubblicato su JAMA Dermatology ha riportato un tasso di iperkaliemia dello 0,72% tra 974 giovani donne sane che assumevano spironolattone per l’acne, rispetto ad un tasso di basale dello 0,76% equivalente tra le donne che non assumevano il farmaco. I ricercatori hanno concluso che il monitoraggio di routine del potassio non era necessario per le donne sane che assumevano lo spironolattone per l’acne.

“Come risultato di questo studio, molte persone hanno cambiato il modo in cui si approcciano all’uso dello spironolattone. Fino ad oggi, le persone erano abituate a controllare regolarmente i livelli di potassio, il che rappresentava una grande barriera per far assumere ai pazienti lo spironolattone, mentre ora ciò non è più necessario “.

CONSULTO ONLINE

Crediamo che ogni problema di pelle debba avere la sua soluzione

NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti di Myskin

Privacy Policy

CONTATTI

Hai bisogno di aiuto? Il Servizio Clienti di Myskin è a tua disposizione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome