La piattaforma professionale di Salute Digitale dedicata alla Dermatologia.
Diffidate dalle imitazioni.

La piattaforma professionale di Salute Digitale dedicata alla Dermatologia.

Diffidate dalle imitazioni.

16 modi in cui il fumo può influenzare la pelle

Smettere di fumare può aiutare a migliorare la salute della pelle e l'aspetto generale favorendo una migliore circolazione sanguigna e produzione di collagene.

Supervisione scientifica a cura del DOTT. A. MARTELLA

La pelle può assorbire la nicotina dalle sigarette. Ciò può causare effetti avversi come invecchiamento precoce della pelle, guarigione ritardata delle ferite e aumento delle infezioni. Può anche portare a malattie della pelle come psoriasi, acne, eczema e cancro della pelle.

Il tabacco contiene nicotina, una sostanza altamente chimica. Il fumo di tabacco contiene anche migliaia di sostanze nocive che sono tossiche per le cellule, comprese le cellule della pelle.

Negli Stati Uniti, quasi 13 persone su 100 di età pari o superiore a 18 anni attualmente fumano sigarette.

La maggior parte degli adulti che fumano hanno il desiderio di smettere. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), più della metà degli adulti che fumano afferma di aver cercato di smettere di fumare nell’ultimo anno. Tuttavia, meno di 1 su 10 riesce a smettere ogni anno.

Questo articolo esplora gli effetti dannosi che il fumo può avere sulla pelle e sul resto del corpo, valutando i vantaggi nello smettere di fumare per la pelle e la salute in generale.

Il fumo danneggia la pelle?

Il corpo assorbe la nicotina nella mucosa intestinale, nella pelle e nel tratto respiratorio.

I cheratinociti sono cellule specializzate che formano la barriera cutanea e contribuiscono a funzioni immunitarie cruciali, come l’attacco ai patogeni.

La nicotina promuove l’apoptosi – morte cellulare – in queste cellule, danneggiando i vasi sanguigni della pelle e riducendo il flusso sanguigno.

Inoltre, la nicotina modifica la struttura e la funzione dei fibroblasti cutanei. Un fibroblasto è un tipo di cellula della pelle che contiene proteine ​​di collagene. Queste cellule sono importanti per:

  • la guarigione delle ferite
  • mantenere la compattezza della pelle
  • mantenere la pelle compatta e sana

Infine, la nicotina altera le risposte immunitarie adattive e innate del corpo.

Quali soni i 16 effetti dannosi del fumo sulla pelle

Di seguito esamineremo i 16 effetti che il fumo ha sulla pelle.

1. Invecchiamento della pelle

Il fumo influisce sul collagene e sull’elastina, che sono fibre elastiche che mantengono la pelle rimpolpata e soda.

Gli estratti di fumo di tabacco provocano stress ossidativo nei fibroblasti cutanei, alterando la formazione di collagene e aumentando l’espressione di un enzima che degrada il collagene.

Inoltre, una revisione del 2021 ha rilevato che i fumatori avevano carenze di vitamina D. La vitamina D svolge un ruolo nel mantenimento della barriera cutanea e aiuta con la riparazione dei tessuti.

Il fumo restringe anche i vasi sanguigni della pelle, riducendo la quantità di sangue e sostanze nutritive che raggiungono la pelle.

L’integrazione di collagene può aiutare a ripristinare l’idratazione, l’elasticità e la densità del collagene della pelle, con risultati promettenti per la guarigione delle ferite a breve e lungo termine e l’invecchiamento della pelle.

2. Rughe

Il fumo è un fattore di rischio indipendente per la formazione di rughe, specialmente nel terzo medio-basso del viso. Questo porta a rughe più definite e altre caratteristiche del viso, tra cui:

  • pelle cadente delle palpebre
  • rughe sulla fronte
  • pieghe naso-labiali
  • rughe del labbro superiore

In uno studio del 2017 incentrato su coppie di gemelli in cui un gemello fumava e uno no, i ricercatori hanno notato che i non fumatori in base all’aspetto appaiono più giovani ed attraenti.

Inoltre, uno studio del 2019 ha rilevato che la pelle nelle pieghe naso-labiali era più densa e spessa nei fumatori rispetto ai non fumatori.

Il gesto naturale di stringere le labbra e strizzare gli occhi mentre il fumo irrita gli occhi durante l’inalazione probabilmente favorisce la formazione di rughe nell’area intorno agli occhi e bocca.

 

3. Tono della pelle e pigmentazione

Il fumo favorisce la formazione di melanociti nella pelle, che può portare a macchie senili e macchie scure.

Le persone che fumano tendono anche ad avere la pelle opaca e pallida che può apparire anche bluastra o grigia. Ciò è dovuto al flusso sanguigno limitato alla pelle, che può privarla di ossigeno e altri nutrienti. Ciò può causare una pigmentazione della pelle irregolare in alcune persone.

L’esposizione cronica a fattori ambientali come il fumo di tabacco, il calore e le radiazioni ultraviolette (UV) possono causare un accumulo di stress ossidativo, che contribuisce alla pigmentazione della pelle correlata all’invecchiamento.

4. Pelle cadente

Le sostanze chimiche nel fumo di sigaretta aumentano la perdita di acqua transepidermica e la degenerazione del collagene e delle fibre elastiche. La perdita di questi elementi costitutivi, che conferiscono alla pelle forza ed elasticità, fa sì che la pelle invecchi.

Una ricerca pubblicata nel 2020 ha anche scoperto che la pelle delle persone che fumano è più rigida della pelle di coloro che non lo fanno.

5. Ritardata guarigione delle ferite

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il fumo favorisce l’apertura della ferita e rallenta la guarigione diminuendo la funzione immunitaria del corpo.

Una revisione del 2012 di 140 studi di coorte ha rilevato che i fumatori avevano una maggiore probabilità di:

  • guarigione ritardata
  • deiscenza, che è la separazione parziale o totale dei bordi della ferita precedentemente chiusi
  • infezione del sito post-chirurgico
  • complicazioni della ferita
  • mancanza di guarigione ossea

Smettere di fumare almeno 4 settimane prima dell’intervento chirurgico può ridurre le complicanze post-chirurgiche.

6. Infezioni

Le cellule immunitarie della pelle aiutano a prevenire l’infezione e promuovono la ricostruzione dei tessuti.

Il fumo inibisce l’immunità adattativa e innata del corpo. Può anche sopprimere l’attività dei macrofagi, un componente essenziale del sistema immunitario, e contribuire alla disregolazione, causando danni ai tessuti e infiammazione eccessiva.

Il fumo aumenta il rischio di infezioni e tende a peggiorare la progressione e le prospettive delle malattie infettive.

Anche gli adulti che fumano hanno un rischio maggiore di malattia da pneumococco.

I fumatori attuali ed ex hanno una carica virale del papillomavirus umano più elevata. Hanno anche un aumentato rischio di tricomoniasi e clamidia genitale.

7. Cancro della pelle

I fumatori attuali e accaniti hanno un rischio più elevato di sviluppare carcinoma a cellule squamose. Inoltre, i fumatori con melanoma hanno il 40% di probabilità in meno di sopravvivere rispetto ai non fumatori.

8. Psoriasi

Il fumo aumenta il rischio di psoriasi di una persona e può influenzare la gravità della condizione e la risposta al trattamento.

I fumatori attuali e passati hanno meno probabilità rispetto ai non fumatori di sperimentare un miglioramento dei sintomi con i farmaci biologici.

9. Eczema

Gli esperti collegano l’esposizione attiva e passiva al fumo a un aumentato rischio di dermatite atopica.

Inoltre, uno studio del 2020 ha rilevato che l’esposizione al fumo passivo è un fattore di rischio indipendente ma modificabile per l’eczema atopico e l’eczema alle mani negli adolescenti.

10. Acne

Il fumo può avere un’associazione con l’acne. Uno studio del 2017 suggerisce che una  dipendenza dalla nicotina può peggiorare i brufoli dell’acne.

11. Vasculite

La malattia di Buerger è un tipo di vasculite. Gli esperti ritengono che le sostanze chimiche nel tabacco possano irritare il rivestimento dei vasi sanguigni, facendolo gonfiare e portando alla vasculite.

I sintomi della malattia di Buerger includono la presenza di quanto segue negli arti superiori o inferiori:

  • cancrena
  • dolore
  • ulcerazione

Esiste una forte associazione tra la malattia di Buerger e il fumo pesante e l’uso del tabacco può causare la malattia.

Il fumo ha anche un’associazione con un tipo di vasculite autoimmune chiamata vasculite associata agli anticorpi citoplasmatici antineutrofili (AAV).

Uno studio del 2020 ha rivelato una relazione tra AAV e fumo, il che significa che i fumatori a lungo termine avevano un rischio maggiore della condizione. È più probabile che le persone con AAV siano fumatori attuali o ex fumatori.

12. Teleangectasia palmare

Le teleangectasie, o vene varicose, sono vasi sanguigni dilatati vicino alla superficie della pelle o della mucosa. La telangiectasia sui palmi delle mani è un sintomo del fumo prolungato.

13. Lupus

Il fumo è un fattore di rischio per lo sviluppo del lupus eritematoso sistemico (LES). Potrebbe esserci anche una relazione di dose tra LES cutaneo e fumo.

Gli esperti suggeriscono che il fumo può indurre l’attività dei cheratinociti come l’apoptosi e la produzione di citochine pro-infiammatorie.

Secondo uno studio del 2021, smettere di fumare ha i seguenti vantaggi:

  • migliora le difese immunitarie
  • riduce le attività della malattia
  • ridurre l’infiammazione sistemica

La nicotina può diminuire l’efficacia della terapia antimalarica, un metodo di trattamento per il lupus.

14. Alopecia

Gli uomini che fumano 10 o più sigarette al giorno hanno un rischio 3 volte maggiore di sviluppare alopecia androgena da moderata a grave. Il fumo può causare la caduta dei capelli a causa di diversi fattori, tra cui:

  • Danno al DNA
  • costrizione dei vasi sanguigni
  • danno dei radicali liberi ai follicoli piliferi
  • potenziamento degli effetti degli ormoni e dell’invecchiamento

15. Eruzione leggera polimorfa

L’eruzione di luce polimorfica è un tipo di eruzione cutanea pruriginosa che deriva dall’esposizione al sole o alla luce UV artificiale. I soggetti che fumano più di 15 sigarette al giorno hanno un rischio maggiore di sviluppare questa condizione.

16. Pustolosi palmo-plantare

La pustolosi palmo-plantare è una rara malattia infiammatoria cronica caratterizzata da pustole sui palmi delle mani e sulle dita dei piedi. Ha una forte associazione con il fumo di tabacco e tende a manifestarsi nei fumatori attuali e passati.

In un caso di studio del 2015, i ricercatori hanno scoperto che smettere di fumare e applicare una crema emolliente ha portato alla cessazione della condizione della pelle sottile nell’arco di 3 mesi.

Altri effetti sulla salute del fumo

Il fumo rimane la causa principale di malattie, disabilità e morte prevenibili negli Stati Uniti.

È tossico e danneggia quasi tutti gli organi del corpo.

Il fumo e l’esposizione al fumo passivo possono causare:

  • cancro
  • cardiopatia
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva
  • malattie degli occhi
  • Infezioni respiratorie
  • ictus

Smettere di fumare può anche aiutare a ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo. Uno studio del 2010 ha rilevato che smettere di fumare ha portato a una riduzione media di 13 anni dell’età biologica dei partecipanti.

Dopo che una persona ha smesso di fumare, il corpo ripristinerà la sua produzione di collagene. Ciò può portare a cambiamenti visibili, inclusa una pelle più luminosa e levigata, come risultato di una migliore circolazione e di una riduzione del livello di monossido di carbonio nel sangue.

Smettere di fumare può aiutare a prevenire lo sviluppo di malattie della pelle associate al fumo.

Altri vantaggi di smettere di fumare

Smettere di fumare può migliorare la salute generale di una persona nei seguenti modi:

  • migliorare la qualità della vita
  • aggiungere fino a 10 anni all’aspettativa di vita di una persona
  • ridurre i rischi per la salute, inclusi cancro, malattie respiratorie e malattie cardiache
  • ridurre l’onere finanziario per le famiglie e la società a beneficio della salute delle persone in gravidanza, dei feti e dei bambini
  • Smettere di fumare può ridurre lo stress, l’ansia e la depressione. L’effetto di smettere di fumare può essere paragonabile all’effetto degli antidepressivi.

Come smettere di fumare

L’American Cancer Society delinea tre passaggi per smettere di fumare:

  1. Decidi di smettere.
  2. Pianifica e gestisci ogni giorno senza fumare.
  3. Parla con un medico.

Gli approcci che possono aiutare a smettere di fumare includono:

  • informarsi con informazioni di auto-aiuto
  • frequentando consulenze individuali o di gruppo
  • istituire un sistema di ricompensa
  • chiedendo aiuto a un amico
  • fare un’attività fisica come camminare
  • scaricare app o iscriversi a servizi che forniscono supporto
  • assumere farmaci per aiutare con l’astinenza da nicotina
  • A parte i farmaci da prescrizione, una persona può parlare con il proprio medico di prodotti sostitutivi della nicotina come pastiglie, cerotti e prodotti da banco.

Prospettiva

Ogni anno, il 50% delle persone che fumano cerca di smettere e 3 su 5 riescono.

I vantaggi complessivi di smettere di fumare iniziano a manifestarsi in pochi minuti e continuano per anni dopo che una persona ha smesso di fumare.

Il fumo può influire negativamente sulla pelle, portando all’invecchiamento precoce della pelle, al cancro della pelle e ad altre condizioni. Smettere di fumare può aiutare a migliorare la salute della pelle e l’aspetto generale favorendo una migliore circolazione sanguigna e la produzione di collagene.

Smettere di fumare ha anche benefici generali per la salute, come la riduzione del rischio di altre condizioni di salute fisica e mentale.

Un soggetto che desidera smettere può beneficiare di una varietà di approcci. È meglio chiedere il parere di un medico per conoscere le opzioni disponibili per smettere di fumare.


Riferimenti scientifici

spot_img

Per commentare gli articoli abbonati a Myskin oppure accedi, se sei gia' abbonato

Redazione medico-scientifica di Myskin
Redazione medico-scientifica di Myskin
Articoli, studi scientifici e tecnologie per la rivoluzione digitale in Dermatologia.

Desideri gli aggiornamenti di Myskin?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti dei dermatologi esperti di Myskin!
Inserisci il tuo indirizzo e-mail.

spot_img