Cos’è la Gonorrea?

Un’infezione facilmente curabile che se non diagnosticata tempestivamente può causare complicazioni gravi e talvolta permanenti.

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

La Gonorrea è un’infezione causata dalla Neisseria Gonorrhoeae, un batterio trasmesso per via sessuale.

E’ un’infezione sessualmente trasmessa che oltre al tratto riproduttivo può interessare anche le mucose della bocca, della gola, degli occhi e del retto.

I soggetti maggiormente a rischio di contrarre l’infezione sono gli adolescenti, i giovani adulti e gli afro-americani.

La Gonorrea è una delle più antiche malattie sessualmente trasmissibili conosciute.
A livello globale, ci sono circa 78 milioni di nuovi casi di Gonorrea diagnosticati ogni anno. Solo negli Stati Uniti, ci sono circa 820.000 nuove infezioni ogni anno, un valore tuttavia sottostimato se si considera che non tutti i casi diagnosticati vengono segnalati.

Come si trasmette la Gonorrea

Contrariamente alla credenza popolare, la Gonorrea non può essere trasmessa attraverso la tavoletta del water o dalle maniglie delle porte. Il batterio che causa la Gonorrea richiede condizioni molto specifiche per la crescita e la riproduzione.

Il batterio al di fuori del corpo umano può sopravvivere per pochi secondi o minuti, né può vivere sulla pelle delle mani, delle braccia o delle gambe. Sopravvive solo su superfici umide quali la mucosa vaginale e/o la cervice. Inoltre, è in grado di vivere a livello dell’uretra, nel retto o in gola.

La Gonorrea è un’infezione facilmente curabile che se non diagnosticata tempestivamente può causare complicazioni gravi e talvolta permanenti

Nella donna, dove la malattia può decorrere anche in maniera asintomatica, causa la malattia infiammatoria pelvica (PID), che si verifica quando l’infezione interessa l’utero e/o le tube di Falloppio, e l’infertilità, dovuta proprio ad una PID cronicizzata.

Inoltre, il batterio della Neisseria gonorrhoeae può essere trasmessa dalla madre al feto durante il passaggio del feto nel canale del parto.

Negli uomini invece la complicanza dovuta alla Gonorrea è l’epididimite oltre, anche in questo caso, l’infertilità.

Quali sono i sintomi della Gonorrea?

I sintomi possono essere assenti nonostante sia attiva un’infezione da gonorrea oppure comparire già il giorno dopo il contagio fino a due settimane dopo.

I sintomi della Gonorrea negli uomini sono:

  • perdite uretrali bianche, gialle o verdi, simili a pus
  • dolore nei testicoli o a livello dello scroto
  • minzione dolorosa o frequente
  • perdite anali, prurito, dolore, sanguinamento o dolore durante il passaggio delle feci
  • prurito, difficoltà a deglutire e/o aumento delle dimensiono dei linfonodi del collo
  • dolore agli occhi, sensibilità alla luce o secrezioni oculari simili al pus
  • articolazioni arrossate, gonfie, calde, dolenti

La maggior parte delle donne infette non ha sintomi, specialmente nelle prime fasi dell’infezione

I sintomi della Gonorrea nelle donne sono:

  • perdite vaginali giallastre o verdi
  • bruciore o minzione frequente e/o dolorosa
  • dolore durante i rapporti sessuali
  • gonfiore e/o arrossamento vulvare
  • bruciore o prurito della zona vaginale
  • sanguinamento tra un ciclo e il successivo
  • sanguinamento dopo il rapporto sessuale
  • febbre
  • vomito e dolore addominale o pelvico
  • perdite anali, prurito, dolore, sanguinamento o dolore durante i movimenti intestinali
  • mal di gola, prurito, difficoltà a deglutire e anche in questo caso un aumento delle dimensioni dei linfonodi.
  • dolore agli occhi, sensibilità alla luce e secrezioni oculari simili al pus
  • articolazioni arrossate, gonfie, calde, dolenti

Quali sono le complicanze causate dalla Gonorrea?

Nelle donne, la gonorrea può portare a:

  • malattia infiammatoria pelvica, una condizione che può causare ascessi
  • dolore pelvico cronico
  • infertilità
  • gravidanze ectopiche – gravidanza in cui l’embrione si attacca al di fuori dell’utero

Negli uomini, un’infezione da gonorrea può causare:

  • epididimite – infiammazione dell’epididimo, che controlla la produzione di sperma
    infertilità

Sia gli uomini che le donne sono a rischio di sviluppare un’infezione gonococcica disseminata che mette in pericolo la vita se la gonorrea non viene trattata.

Questo tipo di infezione è spesso caratterizzato da:

  • febbre
  • artrite
  • tenosinovite – infiammazione e gonfiore attorno ai tendini
  • dermatite

I soggetti infettati da gonorrea sono anche a più alto rischio di contrarre l’HIV o, se già sieropositivi, di diffondere l’HIV oltre alla gonorrea.

Ulteriori complicazioni che si possono verificare nelle donne durante la gravidanza è il contagio del feto con conseguente infezione alle articolazioni del neonato, e possibile cecità del piccolo.
Inoltre, le donne in gravidanza con infezione da Gonorrea sono a rischio di avere un parto prematuro o un aborto se non trattate.

Nei soggetti immunocompromessi a causa di malattie quali l’AIDS, l’infezione da Gonorrea si manifesta in una forma ancora più  grave.

Come si fa la diagnosi di Gonorrea?

La diagnosi di Gonorrea viene accertata dopo aver eseguito l’esame con il tampone.
L’esame del tampone permette di prelevare un campione dalla mucosa dal sito infetto (pene, uretra, ano, retto, gola, cervice) per identificare i batteri in laboratorio attraverso la coltura del materiale prelevato.

tampone-vaginale-uretrale
Tampone-vaginale-uretrale : test diagnostico per la diagnosi della Gonorrea

Indagini diagnostiche più recenti prevedono l’impiego di DNA probes o tecniche di amplificazione (ad esempio, la reazione a catena della polimerasi o PCR) per identificare il materiale genetico dei batteri. Questi test sono più costosi delle colture, ma in genere producono risultati più rapidi.

Sono disponibili anche kit da utilizzare in casa per la diagnosi della Gonorrea nel caso in cui si sospettasse un’infezione a causa di rapporti sessuali a rischio.

Come si cura la Gonorrea?

Se il test è positivo e conferma l’infezione della Gonorrea, il paziente e il suo partner devono eseguire la cura.

In passato, si usava con successo la Penicillina fino a quando non sono comparsi ceppi resistenti.

Oggi, il trattamento d’elezione per curare la Gonorrea, nel caso di infezioni gonococciche non complicata della cervice, dell’uretra e/o del retto è una singola somministrazione intramuscolo di Ceftriaxone o di Cefixima, assunto per via orale.

Il Ceftriaxone, sempre intramuscolo in un’unica somministrazione, viene usato anche in caso di infezioni da Gonorrea localizzate a livello della faringe.

Una soluzione terapeutica alternativa per le infezioni gonococciche semplici della cervice, dell’uretra e del retto è la Spectinomicina, che può essere usata nelle donne non gravide in una singola dose intramuscolo, o le Cefalosporine (Ceftizoxima o Cefoxitina, somministrate con probenecid (Benemid), o Cefotaxime).

Siccome è molto probabile che chi ha la Gonorrea abbia anche contestualmente la Clamidia si raccomanda sempre di associare alla terapia descritta anche antibiotici quali l’Azitromicina o la Doxicillina per debellare anche quest’ultima infezione.

Nel caso in cui la Gonorrea sia complicata dalla presenza anche di una malattia infiammatoria pelvica (PID), il trattamento deve essere più aggressivo.
In questi casi le pazienti vengono di solito ricoverate per ricevere la somministrazione endovenosa di antibiotici.

Durante la cura è necessario astenersi dai rapporto sessuali. Terminata la cura, è necessario ripetere il test per confermare l’avvenuta guarigione con l’esito negativo del materiale esaminato.

Il test deve essere ripetuto 7 giorni dopo il termine della cura antibiotica.

Il neonato, invece, appena nato da una donna infetta viene trattato con l’applicazione di un collirio/pomata per gli occhi per prevenire la trasmissione della Neisseria Gonorrhoeae.

Cosa fare per prevenire la Gonorrea?

La Gonorrea è una delle malattie sessualmente trasmissibili più facili da prevenire perché il batterio che causa l’infezione può sopravvivere solo in determinate condizioni.

Ci sono molti modi per prevenire la trasmissione e quindi il contagio della Gonorrea:

  • utilizzo dei profilattici
  • evitare rapporti sessuali a rischio

Risorse utili

Test Della Gonorrea

Dott. Alessandro Martella
Dott. Alessandro Martellahttps://www.alessandromartella.it/
Laureato in Medicina e Chirurgia e Specializzato in Dermatologia e Venereologia presso l'Università di Modena e Reggio Emilia. Sono autore di oltre 50 lavori scientifici in Dermatologia. Ho conseguito il Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza presso l'università di Ferrara. Faccio parte del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali (AIDA). Ricopro il ruolo di Direttore Responsabile della Rivista DA 2.0

Scrivimi! Sarò lieto di rispondere alle tue richieste riguardanti l’articolo

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

dermatite seborroicavideo
Oggi vi voglio parlare della terapia farmacologica della Dermatite seborroica, più esattamente della terapia topica, ovvero di tutto ciò che come farmaco può essere applicato sul cuoio capelluto sul volto o sul tronco nel caso in cui un adulto soffre di dermatite seborroica. La mia vuole essere solamente una esemplificazione e non dare delle indicazioni terapeutiche che rimando sempre alla scelta del dermatologo e invito fin da...