Cosa sapere sui bambini e l’herpes labiale

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

L’herpes labiale è comune e relativamente innocuo nei bambini, ma il virus dell’herpes simplex (HSV) può essere pericoloso per i neonati.
Secondo l’American Academy of Pediatrics, molti bambini iniziano a sviluppare l’herpes labiale all’età di 5 anni.

I neonati raramente sviluppano l’herpes labiale, ma, quando un bambino che ha meno di 6 mesi contrae il virus dell’herpes simplex (HSV), può avere gravi conseguenze.

I neonati possono contrarre il virus HSV attraverso il contatto con un herpes labiale di un’altra persona. Pertanto, chi ha l’herpes labiale dovrebbe evitare di baciare i neonati ed evitare che questi tocchino l’ulcerazione.

Se i genitori pensano che un bambino possa essere entrato in contatto con un herpes labiale, dovrebbero monitorarlo per individuare qualsiasi comportamento insolito e contattare un medico per concordare la migliore linea d’azione.

In questo articolo esamineremo da vicino l’herpes labiale nei neonati e negli infanti, compresi i rischi, il trattamento e la prevenzione.

Cos’è l’herpes labiale?

L’Herpes labiale è costituito da piccole vesciche che si formano su e intorno alle labbra, spesso ai margini laterali. Le vesciche si rompono in pochi giorni e si trasformano in una crosta. Scompaiono nel giro di poche settimane.

L’herpes labiale è contagioso e si trasmette a stretto contatto: attraverso il bacio, la condivisione di bicchieri, tazze, utensili o asciugamani.

Quando si manifesta l’herpes labiale, si inizia ad avvertire prurito, formicolio o bruciore prima che le vesciche diventino visibili. In questa prima fase il virus può già essere trasmesso, ma diventa più contagioso quando le vescicole sono visibili.

Il virus herpes simplex 1, noto come HSV-1, è responsabile per l’herpes labiale. Questo virus è simile al virus che causa l’herpes genitale, chiamato HSV-2.

I neonati possono contrarre l’herpes labiale?

È raro che i neonati abbiano l’herpes labiale, perché hanno ancora gli anticorpi della madre nel sangue, il che significa che condividono la sua immunità.

Tuttavia, poiché il sistema immunitario di un bambino di età inferiore ai 6 mesi non sarà ancora completamente sviluppato, se contrae l’herpes simplex, questo virus può portare a gravi conseguenze.

Se una donna incinta ha l’herpes genitale, il bambino può contrarre l’herpes neonatale attraverso il contatto con i fluidi nel canale del parto durante il parto vaginale. Questa è la causa di quasi il 90% dei casi neonatali, sebbene i bambini possano contrarre il virus anche poco dopo la nascita.

I neonati possono contrarre l’herpes simplex in due modi:

Trasmissione verticale. Ciò si verifica quando la madre ha l’herpes genitale e il bambino contrae il virus nel canale del parto. Questo può accadere anche se la madre non ha alcun sintomo. È anche possibile che il bambino contragga il virus attraverso la placenta.

Trasmissione orizzontale. Avviene attraverso il contatto dopo la nascita. Un soggetto può essere contagioso senza esserne consapevole, in assenza di sintomi visibili. Un bacio o una tazza condivisa, un giocattolo, un asciugamano o un altro oggetto possono tutti trasmettere il virus. La madre può anche trasmettere l’infezione al neonato attraverso il latte materno.

Rischi e complicazioni

Nonostante l’infezione da herpes simplex di solito non è dannosa nei bambini più grandi, neonati e infanti possono sperimentare serie complicazioni.

Quando i bambini sviluppano il loro primo raffreddore, i sintomi possono essere più gravi e possono includere febbre, mal di gola e vesciche che si diffondono oltre le labbra e in bocca.

I primi sintomi di infezione da herpes simplex in un neonato comprendono:

  • febbre bassa
  • perdita di appetito
  • una o più vescicole cutanee

Un neonato può anche manifestare sintomi più gravi come:

  • febbre alta
  • convulsioni
  • letargia o debolezza

Le vescicole dell’herpes labiale rappresentano il rischio più grande per gli infanti durante le prime settimane di vita.

Il virus dell’herpes simplex può causare gravi problemi in questa fase e può persino essere fatale, se si diffonde agli organi, inclusi gli occhi, il cervello o i polmoni.

Se si sospetta che un neonato possa avere un’infezione da HSV, occorre consultare immediatamente il proprio medico.

Trattamento

I neonati che hanno sviluppato l’herpes labiale potrebbero dover trascorrere alcune settimane in ospedale, dove verrà somministrato un farmaco antivirale per via endovenosa.

Per i neonati di età superiore a 4 settimane, non è necessario alcun trattamento. L’herpes labiale dovrebbe scomparire da solo nel giro di poche settimane.

Tuttavia, è possibile gestire l’herpes labiale nei seguenti modi:

  • applicando impacchi freddi sulle vescicole
  • assumendo antidolorifici per ridurre al minimo i fastidi dell’herpes
  • assumendo farmaci antivirali con prescrizione medica in forma di pomata o orale per accelerare il processo di guarigione

Può anche essere utile per le donne con il virus HSV assumere farmaci da prescrizione per evitare focolai di herpes orale o genitale durante la gravidanza.

Una volta contratto, il virus dell’herpes simplex rimarrà nell’organismo per il resto della vita.

Anche se non esiste una cura per questa malattia, i bambini e gli adulti possono trattare i sintomi quando si presentano.

Come prevenire la diffusione dell’herpes labiale

Non è necessario che i genitori con l’herpes labiale si isolino dai bambini, ma dovrebbero evitare che essi entrino in contatto con le vescicole. Una volta che l’herpes labiale diventa crostoso e asciutto, di solito non è più contagioso.

Di seguito elenchiamo alcune indicazioni da seguire per tenere al sicuro un bambino, se hai l’herpes labiale:

  • lava le mani regolarmente e accuratamente, soprattutto prima di toccare il bambino
    copri l’herpes labiale e non toccarlo
  • utilizza asciugamani, salviette, tazze e utensili separati per il bambino
  • evita di baciare il bambino
  • insegna ai bambini più grandi a evitare di baciarsi o condividere utensili o asciugamani con persone affette da herpes labiale
  • assicurati che neonati e bambini non si strofinino gli occhi, se hanno un herpes labiale.

Conclusioni

Nei neonati l’herpes labiale non si riscontra di frequente. Tuttavia, durante le prime settimane della loro vita, il contatto con l’herpes labiale può essere pericoloso. L’attenzione medica è necessaria.

I neonati sperimenteranno l’herpes labiale allo stesso modo dei bambini e degli adulti, sebbene il primo focolaio possa essere più grave.

L’herpes labiale può essere fastidioso, ma non è grave e generalmente si risolve entro poche settimane.

I genitori dovrebbero consultare un dermatologo, se il proprio bambino manifesta l’herpes labiale o sintomi correlati a questa infezione.

Per approfondire guarda anche:

dermatite seborroicavideo
Le manifestazioni cliniche della Dermatite Seborroica spesso possono essere complesse e talmente rilevanti che il trattamento locale con creme o lozioni non è sufficiente. In questi casi è indicato l'uso di farmaci sistemi e ce ne sono diversi. Alcuni sono indicati in alcune situazioni e altri per le recidive.
Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

Lascia un commento per chiedere maggiori dettagli o chiarimenti! Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome