Le persone con acne hanno un rischio significativamente maggiore di soffrire di depressione maggiore, un recente studio pubblicato sul British Journal of Dermatology.

Utilizzando i dati raccolti da The Health Improvement Network dal 1986 al 2012 – il più grande database di cartelle cliniche elettroniche del mondo – i ricercatori hanno scoperto che il rischio di sviluppare una depressione è del 63% più alto durante il primo anno di comparsa dell’acne.

Lo studio ha rilevato che i sintomi della depressione evidenti nei pazienti con tendenza acneica sono durati solo cinque anni dopo l’esordio iniziale.

“Questo studio mette in luce un importante legame tra la malattia della pelle e la malattia mentale”, ha detto a Science Daily l’ autrice principale della ricerca, la dott.ssa Isabelle Vallerand .

“Il fatto che il rischio di depressione è più alto nel periodo in cui il paziente per la prima volta contatta il medico per problemi di acne dimostra quanto sia importante la nostra pelle per la nostra salute mentale generale.”

È vitale, quindi, che i medici controllino gli stati d’animo dei loro pazienti con l’acne e seguano trattamenti e terapie appropriate per la depressione, e chiedono l’opinione e la consultazione di uno psichiatra, se necessario, hanno sottolineato i ricercatori.

“Per questi pazienti l’acne è più di una semplice macchia della pelle”, ha detto Vallerand, “Può portare problemi significativi di salute mentale e dovrebbe essere presa sul serio sia dai dermatologi che dai pazienti”.

Consulto online con il dermatologo - Myskin

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome