Pubblicità ingannevole: consumatore critico dove sei?

«Ti piace vincere facile?»

Ad alcuni sembrerebbe proprio di sì e mi riferisco a tutti coloro che della pubblicità fanno un uso scorretto, fuorviante e ingannevole per il consumatore, l’utente o il paziente

La pubblicità è l’anima del commercio e dovrebbe essere lo strumento fondamentale che, attraverso vari canali, dovrebbe informare e far conoscere un articolo, un prodotto, una metodica, una novità.

Eppure, da anni il marketing ha un solo obiettivo: disinformare o, peggio ancora, non informare affatto e indurre il consumatore ad una scelta emotiva facendo leva sull’immaginazione visiva e/o evocativa degli slogan.

Le tecniche di persuasione del marketing si sono sempre più affinate e perfezionate, tanto che la sua stimolazione seduttrice ci invita a «fare l’amore con il sapore» e non ci dice più perché quel determinato yogurt è migliore di un altro.

La pubblicità, stuzzicando la nostra immaginazione e staccando la spina della senso critico individuale, ci induce a scelte emozionali.

Un giorno, al liceo, la mia insegnante di Italiano ci disse: «Ragazzi, ricordatevi che quello che non potranno mai rubarvi è il senso critico!».

Oggi il senso critico lo abbiamo riposto in un cassetto e suggerisco di rispolverarlo se vogliamo invertire la rotta in questa realtà.

Sono stanco del «più bianco non si può» perché bianco non necessariamente implica che il capo è pulito.

Ovviamente, su questa giostra ci sono anche i cosmetici per l’igiene e l’estetica della persona, gli integratori alimentari e, a volte, anche i farmaci – mi riferisco soprattutto ai prodotti da banco.

Ecco quindi la crema che «attiva il tuo codice di vitalità cellulare» della pelle, il «trattamento luce contro i segni del tempo», quello con «le carote per la dolcezza» o la linea al melograno, «il frutto delle meraviglie, custode della bellezza».

Frasi che de-contestualizzate dalle singole pubblicità ci fanno sorridere perché prive di senso ma che costituiscono, invece, il messaggio dal quale siamo bombardati tutti i giorni.

E poi cosa significa «rende i capelli visibilmente più resistenti contro rotture e doppie punte»?

Mi prendete in giro? Rende «visibilmente» più resistente significa che è solo un effetto visivo e che quindi non li rinforza affatto?

Poi, basta aggiungere una bella donna, il suo corpo, il suo viso, i suoi lineamenti perfetti e sensuali ed il gioco è fatto: il consumatore critico è estinto.

Non tollero questa pubblicità e siccome gli esempi sarebbero tanti da non poterli sintetizzare in un post ho inaugurato in Dermaforum una sezione dedicata: Pubblicità ingannevole dove ognuno può postare gli spot ingannevoli per la salute della persona, quelli fuorvianti e quelli senza senso.

La pubblicità ingannevole è come il lupo della favola di Cappuccetto Rosso: si traveste e prende il posto della nonna, una persona familiare, per farci cadere nel tranello.

Ecco quindi che, oltre che sulla carta stampata, radio e TV la ritroviamo in rete, dove pullulano siti non certificati, non riconosciuti e non accreditati che dietro la veste grafica attraente invitano ad acquistare farmaci on-lineAttenzione, non cascateci!

Il farmaco richiede sempre una prescrizione specialistica dopo un’accurata visita medica. Evitate il fai da te!

Ci sono delle serpi che, pur di reclamizzare tali siti, si insinuano nei forum – lo hanno fatto anche sul nostro – e fanno leva sui bisogni, il disagio economico, la disperazione, il non sapere e anche la buona fede degli utenti.

Vigilerò sempre con attenzione per evitare queste infiltrazioni su Myskin.

Tutti i commenti ai vari post del blog che reclamizzano siti per la vendita on-line di farmaci o sponsorizzano medici perché «è il migliore» senza alcuna giustificazione saranno sistematicamente cancellati.

I lupi sono avvisati. Il senso critico è vigile!

Per commentare gli articoli abbonati a Myskin oppure accedi, se sei già  abbonato

Le idee di Myskin

In molti ci chiedete: ma che prodotti devo utilizzare? Quale solare scegliere, quale detergente? Come faccio a scegliere ciò che è più giusto per me?

Scopri la lista delle idee di Myskin!

Dott. Alessandro Martella
Dott. Alessandro Martella
Ciao, trovi le informazioni sulla mia attività di Dermatologo qui. Sono l'ideatore, fondatore e responsabile di Myskin, la piattaforma che stai consultando e autore di oltre 50 lavori scientifici in Dermatologia. Attualmente sono il Presidente dell'Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali (AIDA). e il Direttore Responsabile della Rivista DA 2.0Sono anche Co-editors della Rivista Scientifica JPD.

Desideri gli aggiornamenti di Myskin?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti dei dermatologi esperti di Myskin!
Inserisci il tuo indirizzo e-mail.

Potrebbe Interessarti