I principali minerali e vitamine che aiutano l’acne

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Una carenza di nutrienti può essere la causa della tua acne? Aumentare l’assunzione di alcuni minerali e vitamine che aiutano l’acne potrebbe aiutare a purificare la pelle.

L’acne è un fastidioso problema che la maggior parte delle persone ha conosciuto ad un certo punto della propria vita.
Colpisce maggiormente gli adolescenti e i giovani adulti, può persistere per anni e può anche lasciare cicatrici sulla pelle se non viene trattata.
Nei casi più gravi, i medici prescrivono trattamenti antibiotici sia topici che orali.
L’uso a lungo termine di questi antibiotici può causare problemi digestivi, resistenza batterica e altri effetti indesiderati. Alcuni farmaci precedentemente noti per l’acne sono stati persino ritirati dal mercato perchè considerati non sicuri.

La ricerca mostra che le persone con l’acne hanno livelli più bassi di determinati nutrienti.

Inserire nella vostra dieta alimentare un maggior apporto di questi minerali e vitamine, attraverso cibo o integratori, potrebbe aiutarvi a trattare l’acne e purificare la pelle.

Lo zinco e l’acne

Molti studi hanno riscontrato un’associazione tra bassi livelli di zinco e acne.
Lo zinco è un elemento essenziale per la crescita e lo sviluppo del corpo ed è necessario per il normale sviluppo del tessuto cutaneo.

Nel 2014, un team di ricercatori ha scoperto che la gravità e il tipo delle lesioni dell’acne erano correlate a livelli di zinco sierico più bassi.
Lo zinco inibisce la proliferazione del Propionibacterium Acnes, il batterio responsabile di molti sintomi dell’acne. Modula anche il funzionamento del sistema immunitario e ha effetti anti-infiammatori.
I ricercatori stimano che oltre il 30% della popolazione mondiale sia carente di zinco.
Fonti nutrizionali di zinco: noci, semi, lenticchie, ceci, quinoa, ostriche e carne rossa magra.
Integratore di zinco: assumere da 30 a 50 mg al giorno di zinco per il trattamento dell’acne. Poiché assumere lo zinco per periodi prolungati può compromettere l’assorbimento del rame, assumere da 1 a 2 mg di rame insieme allo zinco.

Vitamine che aiutano l’acne

Vitamina E

Livelli significativamente più bassi di vitamina E sono osservati nei pazienti con acne rispetto a quelli senza acne. Più bassi sono i livelli di vitamina E, più grave è l’acne.
La vitamina E agisce come antiossidante, proteggendo la pelle dai danni causati dall’esposizione ai raggi UV, dall’infiammazione e da altri processi.
I pazienti con acne possono esserne carenti a causa dell’aumento dell’infiammazione e della necessità di una maggiore protezione antiossidante.
E’ molto probabile che non venga assunta abbastanza vitamina E nella dieta dato che solo l’8% degli uomini degli Stati Uniti e il 2,4% delle donne assume la quantità raccomandata (15 mg o 22,5 UI).
I ricercatori suggeriscono di sostenere il corpo con cibi ricchi di vitamina E per prevenire e curare l’acne.
Fonti nutrizionali di vitamina E: verdure a foglia verde come cavoli e spinaci, olii vegetali, noci, semi e avocado.
Integratore di vitamina E: invece di vitamina E sintetica (dl-alfa-tocoferolo), assumere 400 UI al giorno di vitamina E naturale (d-alfa tocoferolo).

Vitamina A

Oltre ad avere un ruolo essenziale per la vista, la vitamina A è necessaria anche per una pelle sana. Bassi livelli di vitamina A sono considerati un fattore di rischio per l’acne e, infatti, i soggetti con l’acne più grave tendono ad avere i livelli di vitamina A più bassi. Alcune forme di vitamina A inibiscono l’attività delle ghiandole sebacee, che secernono il sebo, una sostanza normalmente presente sulla nostra pelle, ma che, se prodotta in quantità eccessiva, aggrava l’acne.
Gli autori di questa ricerca suggeriscono di aumentare l’assunzione di cibi ricchi di vitamina A per prevenire e curare l’acne.
Fonti nutrizionali di vitamina A: patate dolci, carote, cavoli, zucca, uova, carne di manzo e latticini.
Integratori di vitamina A: Assumere 2.500 UI (750 mcg) di vitamina A preformata (di solito denominata vitamina A acetato o vitamina A palmitato) e fino a 2.500 UI di vitamina A aggiuntiva come beta-carotene.
Dosi più elevate di vitamina A possono essere pericolose e non dovrebbero essere utilizzate senza supervisione medica a causa del rischio di tossicità.

Consigli sull’integrazione

L’integrazione di vitamine e minerali può essere pericolosa se non eseguita correttamente. Alcune delle vitamine che aiutano l’acne possono interferire con alcuni farmaci da prescrizione e, se assunte in eccesso, possono avere seri effetti collaterali.

Prima di aggiungere integratori al tuo regime alimentare, chiedi consiglio al tuo medico.

Condividi la tua esperienza

E tu quali approcci naturali al trattamento dell’acne hai provato? Prendi minerali o vitamine che aiutano a mantenere la pelle sana?
Condividi la tua esperienza nella sezione commenti qui sotto.

Per approfondire guarda anche:

Isotretinoina e acne: indicazioni, controindicazioni, effetti collateralivideo
Isotretinoina e acne: le indicazioni, le precauzioni, le controindicazioni e gli effetti collaterali. Cosa s'intende per programma di prevenzione della gravidanza.
Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

Lascia un commento per chiedere maggiori dettagli o chiarimenti! Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome