La psoriasi può colpire anche il cuoio capelluto, in questi casi la tintura dei capelli può causare problemi. Prestare alcuni semplici accortezze prima, durante e dopo l’applicazione della tintura per capelli può aiutare a prevenire complicazioni.

Almeno metà dei soggetti affetti da psoriasi hanno delle manifestazioni anche sul cuoio capelluto, rendendolo spesso molto sensibile e in alcuni casi provocando un cambiamento di colore dei capelli.

In questo articolo, spiegheremo come tingere i capelli senza peggiorare la psoriasi del cuoio capelluto.

È sicuro tingersi i capelli se si soffre di psoriasi?

Sì, ma ci sono alcune consigli da seguire.

Le tinture per capelli non danneggiano necessariamente il cuoio capelluto e/o provocano un peggioramento della patologia.

La psoriasi colpisce il cuoio capelluto ma non i capelli.

Prestando le dovute attenzioni è possibile continuare a curare il proprio aspetto estetico come al solito dopo aver sviluppato la psoriasi.

Esistono delle sostanze chimiche, presenti in alcune tinture, che possono irritare il cuoio capelluto. Le varie combinazioni di prodotti chimici e la diversità della manifestazioni della psoriasi rende difficile prevedere la reazione di una persona.

Avere una riacutizzazione attiva della psoriasi può aumentare la possibilità di una reazione negativa alla tintura. Se possibile, aspetta che la riacutizzazione passi prima di tingere i capelli.

Rischio di tingere i capelli durante una riacutizzazione

Una riacutizzazione della psoriasi causa infiammazione e una maggiore sensibilità al cuoio capelluto. Le sostanze chimiche contenute nelle tinture per capelli possono aggravare la condizione e peggiorare i sintomi.

Le tinture per capelli possono lasciare il colore sulle placche dovute alla psoriasi sul cuoio capelluto.

Tra i sintomi di una riacutizzazione ricordiamo l’eventualità che i capelli si raggruppino in ciocche interferendo con il processo di tintura.

Caso di psoriasi del cuoio capelluto

Sette consigli per proteggere il cuoio capelluto

L’NPF consiglia di seguire i seguenti passaggi per proteggere il cuoio capelluto durante e dopo la tintura dei capelli:

1. Parla con il parrucchiere

Molti parrucchieri hanno familiarità con la psoriasi quindi non temere di farlo presente al tuo parrucchiere di fiducia, può essere utile farlo prima dell’appuntamento in modo da spiegare qualsiasi sensibilità a prodotti specifici discutendo insieme le varie soluzioni.

Alcune persone potrebbero essere in imbarazzo, ma i parrucchieri lavorando ogni giorno con una vasta tipologia di tipi di capelli e cuoio capelluto, quindi non temere di affrontare con lui la tua problematica.

2. Esegui un test con la tintura

E’ sempre opportuno controllare se il prodotto scelto provoca irritazioni, per fare ciò provalo su una piccola area del cuoio capelluto o del collo, attendi il periodo consigliato e risciacqua seguendo le istruzioni. Per essere certi di non avere nessun tipo di problemi attendi 24 ore per controllare .

3. Utilizza i trattamenti medicati

Applicare i trattamenti prescritti per la psoriasi 1-2 giorni prima di tingere i capelli.

4. Usa la vaselina per proteggere la pelle

Applica la vaselina, su fronte, orecchie, collo e altre aree che potrebbero essere accidentalmente esposte alla tintura. Ciò può impedire alle sostanze chimiche di irritare le aree più sensibili intorno al cuoio capelluto.

5. Utilizza i tuoi prodotti

Il tuo parrucchiere potrebbe non avere i prodotti migliori per te, porta il tuo shampoo medicato per essere certo di non avere reazioni.

6. Richiedi un trattamento delicato

Chiedi al parrucchiere di essere delicato in modo da evitare l’utilizzo di pettini rigidi che possono graffiare il cuoio capelluto e di ridurre al minimo l’attrito e il calore. Inoltre, l’acqua tiepida ha meno probabilità di irritare il cuoio capelluto rispetto all’acqua a temperature più estreme.

7. Adotta un approccio trial-and-error

A volte l’unico modo per sapere se un prodotto attiverà una riacutizzazione è provarlo.

Se una persona prova irritazione o sensazione di bruciore, deve avvisare il parrucchiere e prendere nota del prodotto problematico.

Alternative naturali alla tinture per capelli

Qualsiasi prodotto può irritare il cuoio capelluto. Tuttavia, i coloranti naturali possono essere più sicuri e delicati rispetto ai prodotti tradizionali.

È sempre consigliato consultare il proprio dermatologo prima di utilizzare qualsiasi nuovo prodotto in un’area colpita da una malattia della pelle.

I fautori di tinture per capelli naturali consigliano:

  • Henné: questo colorante ben noto lascia di solito un tono rossastro sui capelli. Meglio evitare o prendere più precauzioni se si desidera usare l’henné nero o marrone scuro. Questi coloranti contengono tipicamente parafenilendiammina (PPD), una sostanza irritante.
  • Bicarbonato di sodio: può essere usato per schiarire il colore dei capelli.
  • Caffè o tè nero: possono essere usati per tingere i capelli di colore marrone.
  • Succo di limone: si può mescolare il succo di limone in parti uguali con acqua distillata per schiarire i capelli castani o scuri.
  • Perossido: mentre molti non considererebbero questo un prodotto naturale, è un’alternativa leggermente più delicata alla candeggina.
  • Tinture da banco: molti prodotti naturali o biologici sono disponibili nei negozi. È sempre importante controllare le liste degli ingredienti per potenziali sostanze irritanti.

Consigli per prevenire le riacutizzazioni

Non è possibile prevenire ogni riacutizzazione della psoriasi, ma si può minimizzare il rischio.

Consulto online

Risposta entro 5 ore

Quando si tratta di cura dei capelli, l’American Academy of Dermatology raccomanda:

  • Spazzolare delicatamente: spazzolare, pettinare o fare lo shampoo con forza può irritare il cuoio capelluto e causare riacutizzazioni.
  • Evitare bigodini e arricciacapelli: questi possono strappare i capelli o bruciare il cuoio capelluto.
  • Prediligere le acconciature sciolte: legare i capelli in un’acconciatura stretta può irritare il cuoio capelluto e innescare i sintomi della psoriasi.
  • Astenersi dal troppo stile: cerca di non tingere, fare la permanente, o lisciare i capelli più del necessario.
  • Evitare la PPD(parafenilendiammina): molte tinture per capelli contengono questa sostanza chimica, che è nota per irritare la pelle. Le persone con psoriasi possono essere particolarmente sensibili alla PPD.

Per concludere

Una persona può modellare e colorare i capelli senza peggiorare o innescare una riacutizzazione della psoriasi. Tuttavia, è sempre una buona idea usare cautela e seguire certi accorgimenti in anticipo.

Utilizzate sempre i trattamenti di psoriasi prima e dopo la tintura dei capelli per prevenire le riacutizzazioni.

LASCIA UN COMMENTO!
Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.
Per chiedere un parere personale e riservato ti segnaliamo il CONSULTO ONLINE CON IL DERMATOLOGO.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome