Ti sei mai sentita dire: “Smettila di metterti tutto quel fondotinta che poi la pelle non respira!”
Hai mai pensato al mattino guardandoti allo specchio: “Buongiorno nuovo brufolo! Ma posso andare al lavoro con questi brufoli alla mia età? uffa…”
Hai mai googolato: “fondotinta per pelle con brufoli” ?

Se si, ecco il post che fa per te!

acne-depressione

Tra tutte le malattie della pelle, l’acne è quella che influenza maggiormente l’autostima, i rapporti sociali e il benessere, sia quando compare in adolescenza che in età più adulta.
Quando, guardandoti allo specchio, scopri un nuovo “brufolo”, la prima tentazione è quella di nasconderlo, coprirlo o, peggio, schiacciarlo, grattarlo via. Che vergogna, e che rabbia!

A queste sensazioni negative esiste un’unica risposta, che ci mette tutti d’accordo: il make up!  (o, in termini più medical-friendly, il camouflage).

Attenzione, non sto parlando di cicatrici, che spesso compaiono una volta risolta la fase acuta della malattia. In questo post parlo di acne in fase attiva, di “punti neri” (comedoni aperti), di brufoli arrossati (“papule”) e di pustole, di pelle rinsecchita dalle terapie dermatologiche come retinoidi e antibiotici, insomma del momento in cui ci si gioca il tutto per tutto per evitare che l’acne si moltiplichi e che compaiano cicatrici permanenti.

Gli studi scientifici dimostrano che coprire le imperfezioni con il trucco, non solo allevia la sofferenza, migliora l’umore e aumenta l’autostima ma riduce anche il grado di infiammazione dell’acne, riduce la comparsa di macchie e migliora l’aderenza alla terapia medica: un vero toccasana per la pelle!

Purtroppo sono ancora molte le persone che sostengono che il make up possa causare l’acne, che il trucco sia pericoloso se applicato sulla pelle infiammata, che occluda i pori e che non permetta alla pelle di “respirare” e che addirittura induca la formazione di tumori.
Ma gli studi scientifici dimostrano il contrario, a patto che vengano scelti i prodotti giusti e che si applichino correttamente.

Ecco le 5 regole per contrastare l’Acne tardiva dell’adulto con il trucco

Regola 1- PULISCI BENE LA PELLE MATTINO E SERA, SEMPRE!

pure la pelle

Alla mattina, per eliminare il sebo in eccesso prodotto durante la notte, le cellule morte e i residui dei cosmetici.

Alla sera, dopo aver rimosso il trucco, per eliminare il sebo in eccesso, le impurità ambientali come lo smog e l’inquinamento.

Dopo aver bagnato il viso, il collo, il decolletè o qualsiasi altra zona affetta da acne, massaggia delicatamente con le mani (pulite!!!!) il detergente specifico. Poi elimina tutto con un panno in microfibra, una spugna levatrucco o con una spazzolina morbida, per esercitare un blando scrub. In alternativa trovi in commercio numerose marche di spazzole, elettriche e non, studiate apposta per la pulizia del viso. Poi sciacqua con acqua tiepida e asciuga tamponando delicatamente: non sfregare.

2 – SCEGLI IL DETERGENTE GIUSTO PER TE

detergere il viso

I prodotti più adatti sono quelli delicati.
La pelle con acne è infiammata e quindi più sensibile e soggetta ad arrossamento.
Non farti tentare dai detergenti eccessivamente “sgrassanti” perchè potrebbero seccare troppo la pelle, soprattutto se usati in associazione con farmaci come i retinoidi.
Meglio scegliere un latte detergente leggero o una emulsione-gel per la sera, e un gel o una acqua micellare al mattino. Tutti i prodotti vanno accuratamente risciacquati dopo averli applicati.

3- DOPO IL DETERGENTE, APPLICA IL TONICO

detergente-sapone-pelle

Dopo aver rimosso il detergente con acqua e aver tamponato il viso, se la cute appare arrossata, puoi spruzzare un’acqua termale lenitiva, da lasciare asciugare naturalmente. Subito dopo applica il tonico specifico, solitamente prescritto dal medico, con proprietà esfolianti e dermopurificanti.

4- USA LA CREMA BASE SPECIFICA

crema pelle

La pelle con acne non va trattata come una banale pelle grassa, al contrario è necessario usare prodotti idratanti, lenitivi e addolcenti che non disidratino eccessivamente la cute.
Come fai a scegliere una buona crema dermocosmetica per l’acne?
Se sei fortunata/o la scelta è stata già fatta dal tuo dermatologo/a, che te l’ha prescritta, o dal/dalla farmacista che te l’ha consigliata.
Ma, fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, no? In i rimedi per chi soffre di Acne al viso trovi qualche indicazione in più.

5- APPLICA IL FONDOTINTA ADATTO

fondotinta

A seconda della gravità dell’acne e della tua età è meglio personalizzare la formulazione del fondotinta.
(Per la scelta del colore invece è meglio che ti rivolgi ad un/una make up artist, io sono una dermatologa, non ne alcuna esperienza… e spesso lo sbaglio pure su di me!)

Per l’acne lieve e una pelle seborroica l’ideale è una mousse con texture leggera.
Per l’acne moderata invece ti consiglio un fondotinta minerale compatto, comodo anche per gli eventuali ritocchi durante la giornata. SI può usare da asciutto, per dare un effetto satinato, ma poco coprente, oppure bagnato con acqua termale sterile per avere un effetto più coprente.
Per l’acne grave invece è meglio utilizzare un fluido con alta concentrazione di pigmento e applicarlo con una spugnetta, tamponando.

Se non sei più una adolescente, e cominciano a spuntare alcune rughe associate ai brufoli è meglio usare pochi prodotti e sceglierli in formulazione idratante. Se troppo coprente o in polvere potrebbe esaltare le rughe invece che valorizzarti!
Scegli un fondotinta leggero e usa il correttore sui singoli brufoli e per il contouring.
Applica poi pochissima cipria solo per fissare il tutto. Non esagerare, otterresti l’effetto contrario!

Anche gli uomini possono usare il make up, perchè no?
I maschi hanno naturalmente una pelle più seborroica rispetto alle femmine e quindi è meglio scegliere un correttore in crema per attenuare il rossore da applicare dopo una crema base prescritta dal dermatologo, scegliendo tra quelle lievemente colorate.

E’ molto importante proteggere la pelle con acne dal sole, perchè i raggi solari, anche quelli deboli della città, inducono ipercheratosi e quindi aumentano la formazione dei punti neri, e possono causare macchie scure lì dove ora c’è una pustola. Inoltre, molti farmaci che prescriviamo per curare l’acne, sono fotosensibilizzanti, cioè possono essere attivati dal sole con conseguente irritazione.
Scegli quindi un fondotinta che contenga il filtro solare adatto al tuo fototipo (nell’articolo dedicato al sole e alla pelle trovi le indicazioni come calcolare il proprio fototipo)

acne pelle e sole

Consulto online

Risposta entro 5 ore

Una piccola parentesi la voglio dedicare ai pennelli e alle spugnette per applicare il fondotinta.
Solitamente consiglio di usare solo le dita, perchè sono più pulite (a patto che te le sia lavate prima di iniziare!), ma mi rendo conto che non è sempre possibile.
E’ fondamentale pulire a fondo i pennelli e le spugnette con acqua corrente e sapone delicato antibatterico almeno 2 volte alla settimana, per evitare che si contaminino con i batteri presenti nelle pustole dell’acne. Invece tutti i giorni, dopo averli usati, spruzza un disinfettante alcoolico e lascialo asciugare all’aria. Conserva pennelli e spugnette in un contenitore chiuso, per proteggerli dalla polvere e dagli inquinanti ambientali.

pennelli makeup

E tu cosa applichi tutti i giorni?
Che cosa usi per lavare il viso?
Come scegli i prodotti da usare?

Rispondi alle domande di seguito dopo aver cliccato il tasto “Avanti” nella finestra Acne: cosa usi per truccarti, se desideri sapere dal dermatologo se i trucchi che stai usando possono essere la causa della tua Acne!

 

Dermatologa Federica Osti
Sono Medico Chirurgo specializzata in Dermatologia e Venereologia all'Universita' di Ferrara e in Chirurgia Dermatologica all'Universita' di Siena. Svolgo attività clinica di prevenzione, diagnosi e trattamento dei tumori cutanei presso la Asl di Ferrara. Da qualche anno mi interesso di dermocosmesi, come docente presso Scuole accreditate per operatori nel campo estetico, presso il corso di Informatore Cosmetico Qualificato e il Master in tecnologie cosmetiche COSMAST dell'Universita' di Ferrara. Sono co-autrice del libro "Reparto Dermocosmetico, guida al cross-selling" e di numerosi articoli scientifici pubblicati sulla stampa internazionale di settore.

LASCIA UN COMMENTO!
Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.
Per chiedere un parere personale e riservato ti segnaliamo il CONSULTO ONLINE CON IL DERMATOLOGO.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome