Le macchie della pelle: l’importanza della cura cosmetica

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Nella pratica quotidiana ogni dermatologo prescrive sia farmaci che cosmetici perché questi ultimi rivestono una grandissima importanza sia nella efficacia della terapia che nella riduzione degli effetti collaterali che purtroppo accompagnano alcuni trattamenti dermatologici. Vediamo in dettaglio alcune di queste patologie.

Melasma o cloasma

Il melasma e’ un disturbo ad altissimo impatto estetico e la sua cura risulta spesso difficile, molto lunga e con risultati poco visibili nei primi mesi. (Noi specialisti la chiamiamo scherzosamente «la morte del dermatologo!»). Questo scoraggia i pazienti che ne soffrono, rischiando spesso di incorrere in terapie sbagliate e a volte dannose. Fanno parte integrante della  terapia del melasma sia farmaci che cosmetici schiarenti, da applicare mattino e sera, associati eventualmente a terapie ambulatoriali (peeling chimici mirati o fonti luminose come la luce pulsata). In tutti gli schemi terapeutici rivestono un ruolo fondamentale gli schermi solari di tipo fisico, che vanno utilizzati per almeno 12 mesi continuativi, pena la mancanza di risultati duraturi.

Acne

Quasi tutte le terapie contro l’acne hanno un comune effetto collaterale: inducono secchezza. A volte la secchezza è talmente importante da portare addirittura a sospendere la terapia!

E’ fondamentale l’uso di emollienti ed idratanti al fine di ridurre tale spiacevole effetto collaterale e permettere di continuare al meglio le lunghe terapie anti acne.

In alcuni casi trovano indicazione anche i tonici astringenti, soprattutto in caso di cute seborroica («pelle grassa»), mentre detergenti purificanti e con microgranuli ad effetto microesfoliante sono quasi sempre molto utili.

Durante il periodo estivo inoltre, l’uso di schermi solari con spf almeno 30 (a seconda del fototipo ) aiutano a ridurre le recidive autunnali. Sono inoltre utilissimi nel caso in cui si assumano antibiotici fotosensibilizzanti, ossia che causano dermatiti in caso di esposizione al sole.

Un ruolo importantissimo lo svolge un buon make up, sia a livello funzionale, idratando e proteggendo il viso dai raggi solari, ma soprattutto a livello sociale. Un maquillage correttivo (o camouflage) consente di correggere e minimizzare gli inestetismi dell’acne che condizionano la normale vita di relazione dei pazienti.

Rosacea

Le persone affette da rosacea hanno spesso una cute molto delicata ed intollerante alla maggior parte dei cosmetici come saponi, creme e prodotti di make up, a volte sono infastiditi perfino dal solo contatto con l’acqua e necessitando di detergenti senza risciacquo.

Gli schermi solari sono indispensabili in queste persone che mal tollerano anche le brevi esposizioni anche in citta’.

Il dermocosmetico e’ un alleato indispensabile permettendo di ridurre in modo significativo sia i sintomi (secchezza, ipersensibilita’, sensazione di calore al viso) che di mascherare il rossore.

Dermatite atopica, Psoriasi e Ittiosi

La Dermatite Atopica, la Psoriasi e l’Ittiosi sono patologie accomunate dalla intensa secchezza cutanea e da un’eccessiva presenza di squame.

Oltre a causare fastidio, prurito, sensazione di «pelle che tira» e addirittura a volte «dolore» cutaneo, tali ipercheratosi possono limitare l’assorbimento dei farmaci topici utilizzati per curarle.

E’ fondamentale quindi usare idratanti emollienti e detergenti delicati, impacchi con additivi decapanti che aiutino ad eliminare le squame in accesso, migliorando e velocizzando l’esito della terapia farmacologica.

Caduta dei capelli

Le cause che portano alla caduta dei capelli sono molteplici, come molteplici sono i prodotti cosmetici che si possono trovare in farmacia, erboristeria o dal parrucchiere.

Per quanto riguarda i farmaci il più usato è il Minoxidil che si presenta sotto forma di lozione da applicare direttamente sulla cute. Esso è commercializzato sotto forma di lozione alcolica e pertanto il suo utilizzo può indurre secchezza, facilmente gestibile con maschere e shampoo dal potere emolliente. Gli integratori di cheratina, minerali e vitamine possono essere utilmente impiegati nel caso si voglia migliorare la texture dei capelli e ridurne la caduta dovuta a stati carenziali.

Vitiligine

Le macchie bianche causate dalla vitiligo ( o vitiligine) hanno un impatto sociale enorme, soprattutto se localizzate alle mani o al viso. Le persone affette da questa malattia necessitano di  schermi solari specifici per le zone che ancora presentano melanina e per quelle che invece risultano meno colorate, e le applicano quasi tutti i giorni dell’anno se presentano macchie in sedi fotoesposte.

Alcuni pazienti si sottopongono a cure con cortisonici in creme ed unguenti, che a lungo termine inducono effetti collaterali come assottigliamento del derma. Per ridurre gli effetti collaterali sono ora in commercio creme specifiche contenenti olii elasticizzati, antiossidanti e idratanti.

Molte persone affette da vitiligo necessitano di make up correttivo, che ha un importantissimo ruolo nel mantenere una buona qualità di vita relazionale.

Negli ultimi anni si è diffusa anche la pratica del tatuaggio paramedico che, se da un lato aiuta a repigmentare artificialmente le macchie chiare, dall’altro può, purtroppo, indurre la comparsa di nuove chiazze a causa del microtrauma indotto dall’ago. (fenomeno di Koebner).

Dermatite seborroica

Questa dermatite cronico-recidivante, è mantenuta da un lievito che vive normalmente sulla cute umana (commensale) chiamato malassezia furfur.

L’ uso di detergenti contenenti basse dosi antimicotici (considerate non farnacologiche dalla legge) e di zinco, che ha proprieta’ anti seborroiche, migliora l’aspetto della cute riducendo le fastidiose recidive di questa malattia.

Verruche, Molluschi contagiosi e altri virus cutanei.

Le classiche infezioni virali da papilloma virus, ossia le Verruche volgari, si contraggono anche a causa di una immunodepressione, ovvero un abbassamento delle difese cutanee. Integratori a base di echinacea assunti per 3-6 mesi possono migliorare le naturali difese e ridurre la comparsa di nuove lesioni.

L’uso di gel o lozioni a base di acido salicilico o urea ad alte percentuali sono inoltre un valido compendio alle terapie ambulatoriali per preparare la cute malata ai trattamenti ambulatoriali come crioterapia o laser.

Queste erano solo alcune delle moltissime patologie cutanee che non solo beneficiano ma necessitano strettamente dell’uso di prodotti cosmetici, dermocosmetici e dispositici medici. In associazione ai farmaci ma anche da soli essi possono migliorare sensibilmente sia i sintomi che l’aspetto visibile della malattia cutanea, rendendola socialmente piu accettabile.

I cosmetici quindi non vanno visti solo come superflui, accessori, frivoli, eccessivi, poco utili, “cose da donne” o come un prodotti da usare solo sulla cute sana. E’ assolutamente indispensabile usarli anche in caso di patologia, che sfortunatamente, spesso e’ cronica e ci accompagna per molti mesi della nostra vita.

Dott. Federica Osti
Dott. Federica Osti
Sono Medico Chirurgo specializzata in Dermatologia e Venereologia all'Universita' di Ferrara e in Chirurgia Dermatologica all'Universita' di Siena. Svolgo a tempo pieno attività clinica di prevenzione, diagnosi e trattamento dei tumori cutanei presso la Ausl di Ferrara da 10 anni. Appassionata di comunicazione, dopo aver conseguito il Master di Giornalismo e Comunicazione istituzionale della Scienza presso l’Università di Ferrara, ho cominciato a scrivere per www.Myskin.it e sono stata coautrice del libro "Reparto Dermocosmetico, guida al cross-selling” nonchè di numerosi articoli scientifici pubblicati sulla stampa internazionale di settore. Dal 2015 mi interesso di dermocosmesi, come docente presso Scuole accreditate per operatori nel campo estetico, presso il corso Universitario di Informatore Cosmetico Qualificato, presso il Master in tecnologie cosmetiche COSMAST dell'Universita' di Ferrara. Svolgo seminari di approfondimento sull’utilizzo del dermocosmetico in patologia cutanea presso il Corso di Laurea in Scienze Farmaceutiche dell’Università di Ferrara, e sulla Clinica Dermatologica presso il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale dell’Università di Ferrara. I miei principali campi di interesse sono la dermatologia oncologica, cosmetologica, la gestione del rapporto medico-paziente e la medicina narrativa.

Scrivimi! Sarò lieto di rispondere alle tue richieste riguardanti l’articolo

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

dermatite seborroicavideo
Oggi vi voglio parlare della terapia farmacologica della Dermatite seborroica, più esattamente della terapia topica, ovvero di tutto ciò che come farmaco può essere applicato sul cuoio capelluto sul volto o sul tronco nel caso in cui un adulto soffre di dermatite seborroica. La mia vuole essere solamente una esemplificazione e non dare delle indicazioni terapeutiche che rimando sempre alla scelta del dermatologo e invito fin da...