Il PASI, acronimo di Psoriasis Area Severity Index, è uno strumento utilizzato dal medico per valutare la gravità della psoriasi ma anche per monitorarne il decorso durante un trattamento.

Ora anche il paziente può stabilire la gravità della psoriasi prima, durante e dopo una terapia con il tool realizzato da Myskin.

L’applicazione, intuitiva e semplice da utilizzare, prevede la valutazione di diversi parametri, che servono a descrivere le lesioni, e la valutazione in percentuale dell’estensione della malattia sul corpo.

I parametri da valutare sono:

  • eritema: utile a definire l’arrossamento delle macchie sulla pelle.
  • infiltrazione: per stimare l’ispessimento all’interno della cute della malattia. E’ sufficiente palpare con l’indice e il polpastrello le singole macchie per stabilire se sono superficiali o spesse.
  • desquamazione: per quantificare la presenza delle squame e delle croste sulla superficie delle placche.

Una guida iconografica aiuta l’utente a riconoscere l’entità di ogni singolo parametro per stabilire se assente, lieve, moderato, grave oppure molto grave.

La valutazione dei parametri citati deve essere ripetuta per ogni distretto del corpo:

  • testa
  • arti superiori
  • tronco
  • arti inferiori

Inoltre per ognuno di questi distretti deve essere stimata la percentuale di superficie cutanea interessata dalla presenza della psoriasi

  • 0%
  • 10-29%
  • 30-49%
  • 50-69%
  • 70-89%
  • 90-100%

Durante la compilazione del form si può tranquillamente ritornare alle schermate precedenti, ad esempio per controllare l’iconografia dei parametri, senza perdere assolutamente le risposte inserite.

Compilati tutti i singoli campi, viene visualizzato un risultato che può variare da 0 (zero), nel caso in cui la malattia sia assente, a 72 se la malattia è molto grave.

Alla fine del test il risultato può essere spedito alla propria casella di posta elettronica inserendo l’indirizzo mail nel campo chiaramente indicato.

Dermatologo Alessandro Martella
Sono un dermatologo ed ho pubblicato quasi 50 lavori scientifici. Ho conseguito il Master in Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza e sono il responsabile della rivista elettronica Dermatologia Ambulatoriale 2.0, organo ufficiale di comunicazione di AIDA (Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali) della quale faccio parte, quale componente del Consiglio Direttivo, dal 2013. Nel 2017 ho conseguito anche il Master in Healthcare Marketing.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome