Eczema nummulare: cause, sintomi e trattamenti

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

L’eczema nummulare, dal latino “nummulus” che significa moneta, o eczema discoide o dermatite discoide, è un’infiammazione della pelle. Appare come un rash cutaneo che assume la forma di piccoli dischi rossi simili a monete, o placche di eczema.
È estremamente pruriginoso e fastidioso.

eczema nummulare
Eczema nummulare

Le placche colpiscono diverse parti del corpo, ma principalmente le parti basse delle gambe, le mani e gli avambracci, e talvolta il tronco. Il viso e il cuoio capelluto non sono interessati.
L’eczema nummulare è una condizione cronica, il che significa che è a lungo termine o ricorrente. Non è contagioso e non può essere contratto toccando una persona che ne è affetta o standole vicino.
Secondo l’American Academy of Dermatology (AAD), gli uomini hanno più probabilità di contrarre l’eczema discoideo rispetto alle donne, e tende ad apparire tra i 55 ei 65 anni.
Le donne che lo manifestano sono di solito più giovani, tra l’adolescenza o la prima età adulta.

Terapia dell’eczema nummulare

L’idratazione con emollienti è il trattamento principale per l’eczema nummulare. Sono disponibili diversi farmaci da banco, ma se questi non funzionano, un medico può prescrivere una soluzione alternativa.
Il Manuale Merck afferma che è possibile utilizzare durante la notte una medicazione occlusiva impregnata di flurandrenolide.
Se i trattamenti meno aggressivi non funzionano, possono essere prescritti steroidi per via orale. Iniezioni di steroidi possono aiutare contro le lesioni più difficili da trattare.
Gli steroidi dovrebbero essere sempre usati con parsimonia e secondo le indicazioni mediche.
Un medico può anche prescrivere antibiotici, come la tetraciclina, per il trattamento di infezioni secondarie.
Se le lesioni sono lente a guarire, possono rimanere macchie marroni permanenti, note come chiazze, specialmente sulle gambe.

Le cause dell’eczema nummulare

Le cause sono sconosciute, ma è più probabile che colpiscano persone con pelle secca e sensibile facilmente irritabile da sapone, detersivi e indumenti ruvidi.
L’eczema nummulare sembra essere più comune durante i mesi invernali, quando i livelli di umidità sono inferiori.
Le persone con eczema discoide possono anche avere un eczema atopico.
Un flusso sanguigno insufficiente può peggiorare i sintomi nella parte inferiore delle gambe.
L’eczema può essere collegato all’uso di determinati farmaci, in particolare l’interferone e l’isotretinoina, usata per curare l’acne.

Sintomi dell’eczema nummulare

Le chiazze rotonde o ovali sono costituite da minuscole macchie rosse in rilievo su una base rossa con contorni ben definiti. Le chiazze possono avere dimensioni comprese tra 2 e 10 centimetri di diametro e una persona ne può avere fino a 50.
Le aree interessate sono rosse e hanno bordi ben definiti. Sopra le chiazze a forma di moneta possono esserci piccole squame o croste giallastre.
Può anche essere presente del pus, segno di un’infezione batterica o da stafilococco.
Alla fine le chiazze si asciugano e diventano squamate, a volte con una parte centrale più chiara.
Le aree colpite sono estremamente pruriginose, specialmente di notte, e possono bruciare o pungere.
Il costante grattamento e sfregamento può portare a un processo di lichenificazione, in cui l’epidermide, o strato esterno della pelle, si accresce. Questo fa sì che la pelle si ispessisca e appaiano dei segni evidenti sulla pelle, rendendola simile alla corteccia coriacea.

Eczema nummulare e tigna

L’eczema nummulare è a volte confuso con la tigna, un tipo di infezione fungina, o con un eczema o psoriasi da contatto.
La tigna si riferisce a un gruppo di infezioni fungine, incluso il piede dell’atleta. Una tipologia di queste, la tinea corporis, può somigliare all’eczema nummulare.
Mentre la tigna è un’infezione fungina, la causa dell’eczema discoide è sconosciuta. È più probabile che colpisca persone con la pelle molto secca.
La tigna può colpire invece qualsiasi tipo di pelle.
L’eczema inizia come piccole macchie rosse che si trasformano in eruzioni cutanee. La tigna è una macchia circolare che cresce e diventa più chiara nel mezzo, formando un anello. Un numero variabile di anelli può formarsi attraverso il corpo. Entrambe le eruzioni possono provocare prurito, ma l’eczema nummulare può causare anche una sensazione di bruciore.
Un medico dovrebbe esaminare l’eruzione cutanea, poiché una diagnosi corretta renderà più appropriato il trattamento.

Rimedi casalinghi

Non esiste una cura, ma il trattamento può aiutare ad alleviare i sintomi reidratando la pelle, curando l’infiammazione e prevenendo le infezioni ripetute.

I pazienti con eczema discoide possono trovare utile:

  • fare il bagno o la doccia una volta al giorno in acqua fresca o tiepida
  • idratare la pelle due volte al giorno e dopo la doccia, mentre la pelle è umida
  • praticare una buona igiene delle mani, mantenendo le mani pulite e le unghie pulite e corte per prevenire l’infezione
  • evitare di graffiare o sfregare le lesioni per prevenire cicatrici e infezioni permanenti
  • applicare steroidi topici direttamente sulla pelle per ridurre l’infiammazione
  • utilizzare i preparati di catrame per ridurre l’infiammazione nelle placche più vecchie, ispessite e squamose
  • stare in un ambiente fresco e umido ed evitare un ambiente caldo e secco che possa peggiorare i sintomi
  • utilizzare una crema emolliente, una lozione o un sostituto del sapone per ammorbidire e levigare la pelle e mantenerla elastica e umida
  • idratare la pelle per prevenire lacerazioni e irritazioni
  • utilizzare impacchi umidi, come bende inumidite, per alleviare le chiazze infiammate, eventualmente con steroidi diluiti o l’aggiunta di emollienti.

Se i prodotti commerciali non funzionano, un medico o un dermatologo possono consigliare alternative. Sono disponibili farmaci da banco, inclusi shampoo, prodotti emollienti e alcuni steroidi topici a basso dosaggio.
L’esposizione controllata e di breve durata alla luce solare naturale può essere d’aiuto, ma il caldo potrebbe peggiorare il prurito.
Può essere utilizzata la terapia con luce artificiale ultravioletta A (UVA) o B (UVB), ma questa deve essere attentamente controllata a causa del rischio di invecchiamento precoce  o di cancro della pelle.
I trattamenti complementari per i pazienti con eczema atopico e eczema nummulare comprendono aromaterapia, massaggio, omeopatia e alcuni rimedi a base di erbe.
Prima di utilizzare qualsiasi terapia complementare o alternativa, i pazienti dovrebbero consultare un medico e assicurarsi che il trattamento sia supportato da ricerche e provenga da una fonte attendibile. I pazienti dovrebbero anche informare il proprio medico su tutti i trattamenti complementari che stanno seguendo.

Diagnosi

Un medico può diagnosticare l’eczema discoide dopo aver visto i segni caratteristici e i sintomi, e può inviare il paziente da un dermatologo o uno specialista della pelle.
Campioni o raschiature di lesioni possono essere prese per l’analisi e per escludere la tigna.
Se sembra esserci un’infezione secondaria, il medico prenderà un tampone per l’analisi.

Prevenzione

Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutare a ridurre la possibilità che l’eczema discoide possa tornare:

  • Idratare la pelle utilizzando creme idratanti e aggiungere oli al bagno
  • Asciugare delicatamente la pelle tamponandola con un asciugamano morbido
  • Indossare abiti larghi che non irritano la pelle e scegliere tessuti naturali, piuttosto che artificiali
  • Provare un umidificatore d’aria in casa
  • Utilizzare un detergente per bucato che non sia irritante per la pelle ed eseguire un doppio risciacquo per rimuovere sostanze chimiche dannose che possono rimanere sul bucato
  • Seguire attentamente le istruzioni e le raccomandazioni del medico
  • Evitare bagni caldi o docce
  • Non usare saponi
  • Astenersi dal graffiare o sfregare la pelle.
Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

10 Commenti

  1. Buonasera dottore ho un problema grandissimo da 4 anni soffro di eczema moneta ho usato varie pomate senza nessun risultato il dermatologo mi ha consigliato sole e mare solo così sparisce ma anche in questo caso con pochi risultati cosa mi consiglia? La ringrazio anticipatamente della risposta grazie

  2. Salve Dottore, è da molto tempo che ho delle macchie pruriginose a forma circolare, che in mezzo sono rosse. Dai polpacci sono sparite per passare alle mani. Se uso cortisone locale spariscono ma poi rispunta in un’ altra zona del corpo. Secondo Lei è un’ eczema discoide o una micosi?

  3. Buona sera dottore, il mio ragazzo mi ha detto di avere contratto vigna un paio di settimane fa toccando un asciugamano di un amico dopo essere stato in piscina. È stato dal medico il quale ha confermato che si tratta di una micosi prescrivendogli il Canesten. Al momento lui sembra stare bene, le mani sono migliorate ma il problema è che noi abitiamo a distanza e presto io dovrei salire da lui. Ora mi viene un dubbio, ovvero potrebbe essere eczema nummulare e non tigna? Poiché le lesioni sembrano simili e alle parole del mio ragazzo credo ma fino ad un certo punto (non ho modo di vedere da vicino, e ho visto solo lesioni tonde rosse con bolle e piccole vesciche) non per mancanza di fiducia ma perché mi ha detto che il medico ha solo visionato le mani, senza procedere con dei test, insomma può avere l medico sbagliato malattia? Lui ha un problema di artrite alle mani e in inverno si sottopone a iniezioni di sterili. Lei crede che possa esserci una correlazione? Ho il dubbio perché la cosa è circoscritta soo alle mani e se fosse tigna lui sarebbe pieno oppure sbaglio? La ringrazio anticipatamente della risposta. Grazie

    • Ciao Arianna,
      il punto è che da un lato c’è la diagnosi del medico e dall’altra la tua preoccupazione. Tra le due è necessario punterei sulla diagnosi del medico.

      Diverso è il problema della mancanza di fiducia nei confronti del tuo ragazzo dove personalmente non ho suggerimenti medici.

  4. Gentile Dottor Martella buonasera, sono di nuovo qui a chiederle un consiglio. Il mio ragazzo sembra avere di nuovo un infezione fungina alle mani e stamattina si è recato dal proprio medico il quale ha prescritto Clotrimazolo tre volte il giorno. Questa è la seconda volta nell’arco di un mese che questo problema ritorna e volevo sapere se esiste la possibilità di un contagio visto che fra meno di 15 giorni ci rincontreremo. Volevo assicurarmi che non ci siano problemi, lei capisce fra fidanzati, dormire nelle stesse lenzuola, etc… sono molto schizzinosa e l’altra volta non ho avuto il coraggio di salire da lui. Altra cosa, quando la pelle è in fase di guarigione si stacca come se lui avesse messo le mani nell’acqua bollente per capirci, aiuto cosa può essere? La ringrazio

  5. Buon giorno Dottore, grazie di avermi risposto in maniera così tempestiva. Il fatto è che il mio ragazzo vive in UK e credo loro seguano altre procedure tipo un primo controllo da un infermiera con alta specializzazione e poi un colloquio eventualmente con il medico. Questo avviene anche negli ospedali e vale un Po per tutto, lo specialista subentra magari quando la cosa è veramente grave, diciamo che il loro sistema sanitario è diverso. Avrei delle foto che forse potrebbero aiutare a capire meglio ma le ripeto non so cosa fare e non vorrei davvero nel caso di un infezione avere lo stesso problema. Grazie ancora e buona giornata.

Scrivimi! Sarò lieto di risponderti (il tuo indirizzo email non sarà pubblicato)

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

dermatite seborroicavideo
Le manifestazioni cliniche della Dermatite Seborroica spesso possono essere complesse e talmente rilevanti che il trattamento locale con creme o lozioni non è sufficiente. In questi casi è indicato l'uso di farmaci sistemi e ce ne sono diversi. Alcuni sono indicati in alcune situazioni e altri per le recidive.