Ho un neo che sanguina: che fare?

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Quale è la causa del sanguinamento dei nei?

Un neo può sanguinare dopo uno sfregamento o un urto accidentale che ne causa la rottura. Anche se questo può provocare dolore di solito non c’è nulla di cui preoccuparsi. In rari casi può succedere che un nevo sanguini spontaneamente, in questo caso bisognerebbe farsi vedere quanto prima da uno specialista.
Gli adulti generalmente hanno fra i 10 e i 40 nevi, di solito le persone con la pelle più chiara tendono ad averne di più rispetto a chi ha un fototipo di pelle più scura.


E tu che Fototipo Sei?

Calcolalo subito!


I nevi cambiano anche con l’ età, alcuni diventano più scuri, altri più chiari, altri ancora diventano più grandi. Possono apparire ovunque, dal cuoio capelluto alla pianta dei piedi, persino sotto le unghie.
La maggior parte dei nevi sono innocui, ma bisogna comunque fare regolarmente degli screening e tenerli sotto controllo per notare se ci sono cambiamenti.
In questo articolo vediamo perché alcuni nevi possono sanguinare e quando è il caso di interpellare uno specialista.

Quali sono le Cause?

I nevi sollevati possono staccarsi leggermente a causa di uno sfregamento e sanguinare, questo può comportare prurito e molte persone tendono a grattarsi talmente forte da staccare ulteriormente il nevo.
Un nevo che sanguina può dare fastidio o dolore, ma solitamente sono piccole ferite che si possono tranquillamente risolvere in casa.

Se un nevo sanguina spontaneamente, bisognerebbe farsi vedere da uno specialista perchè a volte queste lesioni possono essere segnali di una manifestazione più importante.

Quando farsi vedere da uno specialista

Il melanoma è un tumore che deriva dalla trasformazione di alcune cellule che formano la pelle, i melanociti.
Le cellule cancerose possono assomigliare ai nevi o svilupparsi da essi, quando vengono individuati e trattati precocemente, i melanomi sono quasi sempre curabili.
Si può seguire la regola dell’ “ABCDE” per monitorare nuovi nevi o già esistenti. Se è presente uno dei seguenti segni, consultare un medico per una valutazione professionale:
Asimmetria: le due metà del nevo non corrispondono.
Bordo: il nevo ha un bordo irregolare, smerlato o mal definito.
Colore: il nevo presenta varie sfumature di marrone chiaro, marrone, nero, bianco, rosso o blu.
Diametro: i melanomi sono solitamente più grandi di 6 millimetri di diametro, tuttavia possono essere anche più piccoli.
Evoluzione: se un nevo appare diverso dagli altri, o, se ha cambiato notevolmente dimensioni, forma o colore, potrebbe indicare una manifestazione.
Altri sintomi sono:
– piaghe che non guariscono
– arrossamento o gonfiore che si diffonde al di fuori dei margini del nevo
– prurito o dolore
– cambiamenti nella struttura del nevo
– visione sfocata, perdita parziale della vista o punti scuri nell’iride dell’occhio

Quali sono i trattamenti

La prima cosa da fare quando un nevo sanguina è coprire la ferita con una medicazione sterile facendo un pò di pressione per fermare l’ emorragia.
La maggior parte dei nevi sono innocui e non richiedono ulteriori trattamenti, ma un medico può anche decidere di rimuovere un nevo sospetto per analizzarne le cellule.
Alcune persone desiderano anche rimuovere i nevi perchè possono essere fastidiosi o perchè solitamente sorgono in punti scomodi, come all’ altezza della cintura dei pantaloni o del reggiseno.
Il dermatologo può rimuovere il nevo con l’ asportazione chirurgica o con il laser (shaving).
Durante l’ intervento chirurgico, il medico anestetizza la zona da trattare, asporta la lesione e chiude la ferita con dei punti di sutura.
Con lo shaving solitamente si asportano i nevi rialzati, sempre dopo aver anestetizzato la zona il medico usa un piccolo bisturi o il laser per rimuovere la lesione sollevata sopra la cute.
Alcune persone cercano di rimuovere i nevi con metodi casalinghi ma l’American Association of Dermatologis mette in guardia da queste manovre per tre motivi:
– Se il nevo ha una displasia alcune delle cellule tumorali possono rimanere nella pelle e anche diffondersi.
– Tagliare o staccare un nevo può deformare la pelle e causare cicatrici.
– La rimozione di un nevo senza strumenti sterili e in condizioni non chirurgiche può portare delle infezioni.

Prevenzione

L’esposizione ai dannosi raggi ultravioletti (UV) del sole provoca la maggior parte dei tumori della pelle. I seguenti sono consigli generali di prevenzione:
– Restare all’ombra durante le ore più calde della giornata.
– Evitare l’ esposizione prolungata al sole e non utilizzare mai lettini abbronzanti UV.
– Usare cappelli a tesa larga e occhiali da sole anti-UV.
– Utilizzare una protezione solare ad ampio spettro (UVA / UVB) con SPF 50+
– Utilizzare una crema solare resistente all’acqua e ad ampio spettro (UVA / UVB) con SPF 50 durante lunghi periodi di esposizione al sole.
– Riapplicare la protezione solare ogni 2 ore e subito dopo aver nuotato o sudato eccessivamente.
– Tenere i neonati all’ ombra.

Per concludere

La maggior parte dei nevi sanguinanti a causa di urti accidentali possono essere trattati in casa applicando una benda medicata e facendo pressione, per sicurezza farsi anche vedere da uno specialista.
Se un nevo sanguina senza motivo apparente contattare un medico dermatologo per una valutazione.
Il tasso di sopravvivenza di un melanoma allo stadio iniziale, che non si è diffuso, è del 99%.

La prevenzione è l’ arma più efficace.

È essenziale monitorare costantemente i nevi se si notano dei cambiamenti e parlarne con un dermatologo.


Riferimenti scientifici

Melanoma. (n.d.). Retrieved from https://www.skincancer.org/skin-cancer-information/melanoma

Melanoma: Statistics. (2016, July). Retrieved from https://www.cancer.net/cancer-types/melanoma/statistics

Melanoma symptoms. (2017, August 14). Retrieved from https://www.cancercenter.com/melanoma/symptoms/

Melanoma: Symptoms and signs. (2017, June). Retrieved from https://www.cancer.net/cancer-types/melanoma/symptoms-and-signs

Moles: Diagnosis and treatment. (n.d.). Retrieved from https://www.aad.org/public/diseases/bumps-and-growths/moles#treatment

Moles: Overview. (n.d.). Retrieved from https://www.aad.org/public/diseases/bumps-and-growths/moles

Signs and symptoms of melanoma skin cancer. (2016, May 20). Retrieved from https://www.cancer.org/cancer/melanoma-skin-cancer/detection-diagnosis-staging/signs-and-symptoms.html

Per approfondire guarda anche:

pruritovideo
L'argomento è il prurito, una sensazione comune, sgradevole, alla quale è difficile resistere. Spesso rappresenta proprio un momento compulsivo della persona, e la mia intenzione oggi e provare a spiegarvi i meccanismi alla base di questo fenomeno, illustrarvi le cause, infine dare dei suggerimenti pratici per individuare o immaginare quale potrebbe essere la causa e come poterlo trattare. Il prurito è un elemento importante in natura perché mette in allerta l'organismo...
Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

Lascia un commento per chiedere maggiori dettagli o chiarimenti! Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome