La piattaforma professionale di Salute Digitale dedicata alla Dermatologia

Cosa fare se un bambino ha una reazione allergica

Identificare la causa della reazione allergica o della sensibilità può aiutare i genitori e il dermatologo a prevenire e trattare eventuali reazioni future

REVISIONE MEDICA DOTT. A. MARTELLA

Un bambino può avere una reazione allergica per una serie di motivi.
Una reazione allergica si verifica quando il corpo ha una risposta avversa a una sostanza normalmente innocua, come un sapone o un alimento specifico.

I bambini hanno la pelle sensibile, che li rende più propensi degli adulti a sviluppare un’eruzione cutanea.

Anche una leggera irritazione nella pelle di un bambino può essere sufficiente per innescare un’eruzione cutanea.

Identificare la causa della reazione allergica o della sensibilità può aiutare i genitori e il dermatologo a prevenire e trattare eventuali reazioni future.

Tipi di reazione allergiche

I bambini possono avere diversi tipi di eruzione cutanee, con una serie di cause scatenanti.
Alcune reazioni allergiche possono anche portare a ulteriori sintomi, come nausea e vomito.

Le tipologie più comuni di reazioni allergiche nei bambini sono:

Eczema

Tessuti irritanti, saponi e calore possono causare epidemie di eczemi nei bambini.
L’eczema è una delle più comuni condizioni della pelle nei bambini. Esistono diversi tipi di eczema, ma l’eczema atopico è tra i più diffusi nei neonati e i bambini piccoli.

Un’eczema può consistere in piccole protuberanze rosse, oppure la pelle può diventare squamosa e secca.

La medicina non ha ancora ben compreso del perché alcune persone sono più predisposte a sviluppare un eczema mentre altre no, ma potrebbe essere dovuto a una combinazione di fattori genetici e ambientali.

dermatite-atopica-neonato
Immagine: dermatite atopica in un neonato

I fattori scatenanti comuni di epidemie di eczemi nei bambini includono tessuti irritanti, saponi e calore.

Le zone in cui l’eczema si presenta possono essere diverse a seconda dell’eta del bambino. I bambini di età inferiore ai 6 mesi infatti tendono a sviluppare eruzioni sul cuoio capelluto, sul viso e sulla fronte.

Nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 1 anno, l’eruzione cutanea appare spesso sulle ginocchia e sui gomiti.

Orticaria papulosa

L’orticaria papulosa è una reazione allergica localizzata provocata dalla puntura di un insetto. Morsi di vari insetti, tra cui zanzare, acari e cimici, possono causare una reazione allergica.

Anche se di solito colpisce i bambini di età compresa tra 2 e 6 anni, l’orticaria papulosa può presentarsi anche nei neonati.

L’orticaria papulosa ricorda piccoli grappoli di protuberanze rosse o punture di insetti. Alcune delle papule possono essere piene di liquido. L’orticaria papulosa può durare diversi giorni o addirittura settimane.

Orticaria

Quando il corpo è allergico a qualcosa, rilascia una sostanza chimica chiamata istamina che può portare allo sviluppo dell’orticaria e ad altri sintomi allergici.

orticaria
Immagine: orticaria

L’orticaria provoca prurito e si manifesta con macchie sollevate sulla pelle. Possono variare in dimensioni e forma, ma di solito sono rosa o rosso con un bordo rosso sottile.

L’orticaria può svilupparsi ovunque sul corpo.

Allergie alimentari

Secondo l’ American Academy of Allergy, Asthma & Immunology , circa il 6% dei bambini di età pari o inferiore ai 2 anni ha allergie alimentari.

I segni di un’allergia alimentare possono includere reazioni cutanee e sintomi respiratori o intestinali, come:

  • orticaria
  • pizzicore
  • tosse
  • vomito
  • diarrea
  • sangue nelle feci

Occasionalmente, è anche possibile che i bambini abbiano reazioni allergiche ad alcuni alimenti prima ancora che essi inizino a mangiarli.
Questo accade perché si possono sviluppare allergie ai cibi che la persona che allatta al seno mangia.

Gli alimenti a cui i bambini sono più suscettibili di sviluppare allergie sono:

  • latte e prodotti lattiero-caseari
  • arachidi
  • molluschi

I pediatri raccomandano spesso ai genitori di introdurre nei bambini i nuovi alimenti uno alla volta. In questo modo, se si sviluppa un’allergia, è più facile determinare quale alimento è responsabile della reazione.

Trattamento

Non tutte le reazioni allergiche nei bambini richiedono un trattamento. Ad esempio, è probabile che una leggera eruzione cutanea svanisca entro poche ore e non crei nessun fastidio.

bambino-lavare
L’utilizzo di saponi, detergenti non idonei e lozioni profumate possono irritare facilmente la pelle di un bambino

Tuttavia, se i sintomi di una reazione stanno causando un disagio visibile, può essere necessario un trattamento adeguato. Questo può variare in base al tipo di eruzione o reazione. In generale, i seguenti trattamenti possono aiutare:

  • Evitare i trigger: saponi, detergenti e lozioni profumate possono spesso irritare la pelle di un bambino, quindi potrebbe essere meglio evitare l’uso di detergenti chimici e scegliere invece prodotti ipoallergenici.
  • Lavaggio con un detergente senza profumo: dopo aver usato un sapone delicato e privo di profumo, tamponare la pelle del bambino ed evitare di strofinare troppo forte, in quanto ciò può irritare la pelle.
  • Applicazione di una crema idratante: l’utilizzo di una crema idratante ipoallergenica dopo il bagno del bambino può aiutare a prevenire la pelle secca. Molti idratanti fungono anche da barriera per proteggere la pelle dalle sostanze irritanti.
  • Usando una crema all’1% di idrocortisone: la crema di idrocortisone può trattare eruzioni cutanee legate all’eczema o ad altre reazioni allergiche. Anche se di solito è sicuro da usare nei bambini per brevi periodi, è essenziale parlare prima con un dermatologo.
  • Considerare l’utilizzo dei guanti antigraffio: i guanti antigraffio impediscono a un bambino di grattarsi un’eruzione con le unghie. Troppi graffi infatti, possono danneggiare la pelle e portare a un’infezione.

Prevenzione

Non è possibile prevenire tutte le reazioni allergiche nei bambini, ma ci sono dei suggerimenti che i genitori possono mettere in atto per ridurre il rischio che queste si presentino:

  • lavare i vestiti del bambino con un detergente ipoallergenico
  • usare shampoo, lozioni e sapone senza profumo
  • lavare lenzuola e coperte in acqua calda ogni settimana per ridurre la possibilità di acari della polvere
  • passare l’aspirapolvere frequentemente
  • introdurre nuovi alimenti uno alla volta

Se un bambino ha una reazione allergica dopo l’allattamento, potrebbe essere utile tenere un diario alimentare per cercare di determinare la causa sottostante.

Il latte è un colpevole molto comune , soprattutto prima che il bambino raggiunga 1 anno di età.

Dopo aver identificato l’allergene, si deve evitare di mangiare questo cibo durante l’allattamento.

Le reazioni allergiche nei bambini possono la maggior parte delle volte essere trattate  a casa.
Tuttavia, in alcuni casi, è meglio consultare un Dermatologo soprattutto se l’eruzione si diffonde o peggiora nel tempo.
È inoltre essenziale consultare un Dermatologo se la pelle mostra segni di un’infezione, come vesciche, sanguinamento o infiltrazioni di liquido.

In alcuni casi, un’eruzione cutanea può essere l’espressione di un’altra malattia.

Se compare un’eruzione accanto ai seguenti sintomi, è consigliabile rivolgersi ad un medico:

  • febbre
  • letargia
  • mancanza di appettito
  • tosse
  • pianto eccessivo

I bambini che sviluppano reazioni allergiche con presenza di respiro sibilante, gonfiore delle labbra o della lingua o problemi respiratori necessitano di cure mediche immediate. Possono avere una reazione anafilattica, che se non opportunamente trattata può risultare anche fatale.

Conclusioni

Le reazioni allergiche sono comuni nei bambini, in parte dovute al fatto che hanno una pelle particolarmente sensibile.
Nella maggior parte dei casi, queste reazioni sono lievi e i genitori possono trattarle tranquillamente a casa.
Identificare l’allergene può aiutare a prevenire reazioni future.


Riferimenti scientifici

Allergy statistics. (n.d.) 

Breastfeeding a baby with food allergies. (n.d.) 

Cows’ milk protein allergy in children. (2015, June).

Understanding your child’s eczema. (n.d.) 

Per commentare gli articoli abbonati a Myskin oppure accedi, se sei già abbonato

Le idee di Myskin

In molti ci chiedete: ma che prodotti devo utilizzare? Quale solare scegliere, quale detergente? Come faccio a scegliere ciò che è più giusto per me?

Scopri la lista delle idee di Myskin!

Redazione di Myskin
Redazione di Myskin
Notizie e aggiornamenti: studi scientifici, tecnologie e dispositivi medici per la rivoluzione digitale in Dermatologia

Desideri gli aggiornamenti di Myskin?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti dei dermatologi esperti di Myskin!
Inserisci il tuo indirizzo e-mail.

Potrebbe Interessarti