Ipoallergenico non significa miglior prodotto per la cura della pelle: ecco la verità su questa affermazione.

Tutti noi abbiamo un viso che cerchiano di curare al meglio cercando di investire in prodotti che fanno realmente bene alla pelle. Per curare al meglio il tuo viso puoi leggere online i migliori consigli per la cura della pelle e prestare attenzione nella lettura delle etichette e nelle descrizioni dei prodotti. Sfortunatamente, questo metodo probabilmente non è abbastanza per evitare sostanze irritanti tra gli ingredienti dei vostri prodotti.

Leggere attentamente gli ingredienti sulla confezione del prodotto è un ottima abitudine, ma c’è chi si affida a leggere solo le diciture come “ipoallergenico”: ciò potrebbe involontariamente mettere in pericolo il vostro viso. Secondo un recente studio pubblicato su JAMA Dermatology, la maggior parte delle creme idratanti più vendute contengono ingredienti che possono arrecare problemi. Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato 174 dei più popolari prodotti idratanti per tutto il corpo venduti online e hanno trovato  diciture legate solo al marketing come “ipoallergenico”, “senza profumo” e “consigliato dal dermatologo”. Tale diciture sono nella maggior parte dei casi solo questo: affermazioni di marketing. Le parole utilizzate non sono basate su alcun standard scientifico rigoroso.

Lo studio ha rivelato che solo il 12% degli idratanti esaminati era privo degli allergeni più comuni, mentre l’83% dei prodotti etichettati come “ipoallergenici” aveva almeno uno degli ingredienti allergenici più comuni.

La FDA non regolamenta chi usa il termine “ipoallergenico” o cosa significhi la parola quando è utilizzata nei cosmetici!

La strategia di comunicazione convenzionale utilizza quindi parole che possono assumendo significati diversi a seconda del prodotto per il quale vengono utilizzate e quindi sembra che le marche usando questa terminologia ti stanno intenzionalmente ingannando. Le aziende non devono presentare nulla per l’approvazione prima di pubblicizzare la dicitura “ipoallergenica” sui loro prodotti per la cura della pelle , il che può far pensare che il linguaggio potrebbe essere fuorviante se utilizzato sulle etichette.

Il sito web della FDA prosegue dicendo: “Il termine ‘ipoallergenico’ può avere un considerevole valore di mercato nella promozione di prodotti cosmetici per i consumatori al dettaglio, ma i dermatologi dicono che ha un significato molto poco dermatologo a New York, Marisa Garshick, MD, si espande su una terminologia simile per la cura della pelle non confermata, dicendoci: “In realtà c’è pochissima regolamentazione su ciò che può essere etichettato come ‘raccomandato dal dermatologo’ in quanto la Federal Trade Commission richiede una ‘base’ per questa affermazione, ma non c’è bisogno di molte prove per sostenerla. ”

“Etichettare prodotti come “senza profumo” a volte può essere ingannevole in quanto i prodotti possono avere ingredienti mascheranti che contengono profumi.

E’ sempre consigliato introdurre nella vostra routine di cura della pelle prodotti consigliati dal dermatologo e non affidarsi al gergo del marketing visto che spesso c’è poca correlazione tra ciò che dice l’etichetta e il potenziale allergico.

 Non giudicare un prodotto da ciò che la sua etichetta dice esplicitamente che è!

Potrebbe essere difficile tenere il passo con gli ingredienti che vorresti evitare nei tuoi prodotti per la cura della pelle, ma fare affidamento sulle affermazioni riportate sulle etichette non ti aiuterà nello scegliere il miglior regime di cura della pelle.

Si può essere scettici su alcuni ingredienti di un prodotto ma se non sei sicuro di un ingrediente esegui un test di prova del prodotto prima di applicarlo a tutto il corpo o viso: È meglio prevenire che curare.

Consulto online con il dermatologo - Myskin

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome