La menopausa provoca un drastico cambiamento dei livelli ormonali, compreso un calo degli estrogeni, che è ciò che causa i sintomi associati ad essa.
I sintomi più comuni della menopausa comprendono vampate di calore, sudorazioni notturne, sbalzi d’umore e secchezza vaginale. Ma la menopausa può anche causare un’eruzione cutanea?
In questo articolo, vediamo come gli estrogeni e la menopausa influiscono sulla pelle e se le eruzioni cutanee sono correlate a questi cambiamenti ormonali.

Estrogeni e pelle

Gli estrogeni svolgono un ruolo vitale nel mantenere la pelle giovane, elastica e sana. Aiutano a:

  • Stimolare la produzione di sebo, collagene e altre sostanze coinvolte nella salute della pelle
  • Promuovere la guarigione delle ferite
  • Ridurre i disturbi infiammatori della pelle durante la gravidanza o periodi con alti livelli di estrogeni
  • Proteggere contro la mortalità da melanoma e altri tumori della pelle
  • Fornire una certa protezione contro i danni del sole.

In che modo la menopausa colpisce la pelle?

Oltre alla diminuzione dei livelli di estrogeni, ci sono molti altri fattori coinvolti nella salute della pelle. Questi fattori possono includere:

  • esposizione al sole o danni da sole
  • disidratazione
  • fumo
  • ridistribuzione dell’adipe (grasso sottocutaneo)
  • genetica

I cambiamenti della pelle che possono verificarsi durante la menopausa includono:

Eruzioni cutanee

Non ci sono prove che suggeriscano che la menopausa sia legata a un tipo specifico di eruzione cutanea. Tuttavia, quando una donna si avvicina alla menopausa, il corpo diventa significativamente più sensibile ai cambiamenti di temperatura, in particolare al calore.
Durante e prima della menopausa, una donna può improvvisamente sentirsi accaldata e sudata e questo causa un arrossamento del viso.
Questi sintomi sono noti come vampate di calore e possono essere lievi o abbastanza gravi da interferire con la vita quotidiana.
La diminuzione dei livelli di estrogeni può causare prurito, sensibilità o irritazione della pelle.
Le donne possono anche notare di essere più sensibili ai tessuti irritanti, ai saponi o ai prodotti di bellezza. Grattarsi può causare orticaria ed eruzioni cutanee.
Una donna con un’eruzione cutanea dovrebbe utilizzare prodotti naturali o senza profumo per ridurre l’irritazione e l’infiammazione. Se le eruzioni cutanee diventano particolarmente problematiche, dovrebbe consultare un dermatologo per ulteriori indicazioni.

Peli del viso

Il calo degli estrogeni e di altri ormoni può causare cambiamenti nei capelli di una donna, causandone il diradamento o la caduta.
Durante la menopausa, iniziano a crescere anche peli sul viso, in zone in cui erano assenti in precedenza, come sotto il mento, lungo la mascella o sul labbro superiore.
Ci sono molti metodi per gestire i peli superflui del viso. Ceretta e rasatura sono opzioni facili da fare in casa. Un dermatologo può fornire altre opzioni, come il trattamento laser o la crema depilatoria.

Pelle più sottile

Con il calo dei livelli di estrogeni, la pelle può diventare più sottile e più delicata, il che significa che è più facilmente danneggiabile. La pelle sottile può anche portare a lividi più frequenti e visibili.
È fondamentale utilizzare una protezione solare SPF 30 ogni giorno, anche quando non ci si espone per molto tempo al sole.
Nonostante la crema solare non possa trattare la pelle che si assottiglia, può impedire che peggiori ulteriormente.
Se la pelle presenta un problema serio con danni o lesioni, la donna dovrebbe rivolgersi a un dermatologo che può suggerire trattamenti medici per aiutare a gestire il problema.

Pelle secca

Oltre al diradamento della pelle, le donne in perimenopausa o menopausa hanno maggiori probabilità di avere problemi con la pelle secca o che si sfalda.
Questo perché gli estrogeni aiutano la pelle a trattenere l’acqua, mantenendola morbida e umida. Senza estrogeni, la pelle è soggetta a seccarsi.
Per prevenire la pelle secca, si può utilizzare un detergente più delicato, in quanto i saponi tradizionali possono essere particolarmente secchi per le donne anziane. Si consiglia di idratare la pelle subito dopo la doccia o il bagno.
Evitare di usare esfolianti o altri prodotti aggressivi perché possono essere particolarmente dannosi per la pelle delicata o secca.

Macchie scure sulla pelle

Le macchie scure sono un disturbo comune delle donne in menopausa e sono di solito un segno di un danno del sole che si è verificato durante la vita di una donna.
Applicare la crema solare in modo costante e sin dalla tenera età è il modo migliore per prevenire le macchie senili e il cancro della pelle in via di sviluppo in età avanzata.
Alcuni tipi di cancro della pelle possono apparire come una macchia scura, quindi è essenziale consultare un dermatologo regolarmente. Il rischio di cancro della pelle aumenta con l’età e l’esposizione al sole.

Prevenzione

I cambiamenti della pelle sono un problema comune tra le donne durante o quando si avvicinano alla menopausa.
Questi problemi sono il risultato di normali cambiamenti ormonali, ma ci sono alcuni accorgimenti che le donne possono seguire per prevenirli o evitare che peggiorino, quali:

– Utilizzare una crema idratante: una crema idratante senza olio può aiutare a mantenere la pelle spessa e morbida. Scegli qualcosa di delicato e senza profumi o coloranti per ridurre al minimo il rischio di irritazione.

Indossare la protezione solare ogni giorno: l’uso regolare della protezione solare può aiutare a prevenire danni alla pelle dovuti all’esposizione al sole.

Fare attenzione all’esposizione al sole: oltre ad applicare la protezione solare, indossare cappelli, occhiali da sole e altri indumenti protettivi per mantenere la pelle coperta mentre ci si espone al sole.

Consultare il dermatologo: è importante per le donne fare una visita dal dermatologo ogni anno. Oltre allo screening per cancro o altri segni sospetti, è anche una grande opportunità per porre domande su problemi o preoccupazioni sulla pelle.

Conclusioni

Nonostante non vi sia alcuna prova che la menopausa possa causare eruzioni cutanee, è normale che le donne sperimentino arrossamento e irritazione della pelle durante una vampata di calore. Questo sintomo di solito è di breve durata e scompare quando passa la vampata.
Evitare prodotti irritanti per la pelle, applicare la protezione solare ogni giorno e consultare un dermatologo può aiutare le donne a gestire o prevenire alcune delle più frequenti condizioni della pelle associate alla menopausa.

Consulto online

Risposta entro 5 ore

Lascia un commento per chiedere maggiori dettagli o chiarimenti! Nel rispetto della tua privacy ti invitiamo ad evitare la pubblicazione di informazioni sensibili che possono ricondurre alla tua persona e/o al tuo problema. Per chiedere un parere personale e riservato ti segnaliamo il CONSULTO ONLINE CON IL DERMATOLOGO.

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome