Puntura di insetto: cosa fare

Pubblicato il :

- Pubblicità -

Aggiornato il:

Punture e morsi di insetti sono eventi molto comuni, soprattutto nel periodo estivo.
Spesso provocano arrossamenti e gonfiore nella zona lesa. A volte una puntura o un morso può causare una reazione allergica pericolosa per la vita o trasmettere agenti patogeni (virus , batteri o parassiti, per esempio) agli esseri umani.

Cause delle punture di insetto

La maggior parte degli insetti di solito non attacca gli esseri umani a meno che non siano provocati. Molti morsi e punture sono infatti a scopo di difesa. Gli insetti pungono per proteggere i loro alveari o nidi o quando vengono toccati o disturbati accidentalmente.

Una puntura o un morso inietta veleno composto da proteine ​​e altre sostanze che possono scatenare una reazione allergica nella vittima. La puntura provoca anche arrossamento e gonfiore nel sito del pungiglione.

Le api, le vespe, i calabroni e le formiche di fuoco sono membri della famiglia degli Imenotteri. Morsi o punture di queste specie possono causare gravi reazioni nelle persone che sono allergiche alle loro sostanze.
La morte causata dalle punture delle api è da 3 a 4 volte più comune della morte da morso di serpente. Api, vespe e formiche differiscono nel modo in cui infliggono lesioni.

Quando un’ape punge, perde l’intero apparato di iniezione (stinger) e in realtà muore nel processo.
Una vespa può infliggere più punture perché non perde il suo apparato di iniezione dopo aver punto.
Le formiche di fuoco iniettano il loro veleno usando le loro mandibole (le parti pungenti della mascella) e ruotando i loro corpi. Possono iniettare veleno molte volte.
Alcuni tipi di bruchi hanno “peli” o spine (setole) vuoti che si rompono quando vengono toccati e la tossina viene iniettata nella pelle.
Al contrario, le punture delle zanzare non sono difensive; le zanzare si nutrono infatti del sangue mediante la loro puntura.
In genere, la maggior parte delle zanzare non causa malattie significative o reazioni allergiche a meno che non trasmettano “vettori” o microrganismi patogeni che vivono effettivamente all’interno delle zanzare. Per esempio: la malaria è causata da un organismo che trascorre parte del suo ciclo vitale in una particolare specie di zanzare.
Il virus del Nilo occidentale è un’altra malattia diffusa da una zanzara. Varie zanzare diffondono altre malattie virali come:

  • encefalite equina;
  • Virus Zika (sospettato di causare microcefalia);
  • dengue;
  • febbre gialla agli umani e ad altri animali.

Puntura-insetto-dorso
Immagine: Puntura di insetto sul dorso

Altri tipi di insetti ematofagi possono trasmettere le seguenti malattie:

  • I morsi dei pidocchi possono trasmettere la febbre recidivante epidemica, causata da spirochete (batteri).
  • La leishmaniosi, causata dalla Leishmania protozoaria, è trasportata da un morso di zanzara.
  • La malattia del sonno negli esseri umani e un gruppo di malattie del bestiame che sono diffuse in Africa, sono causate da tripanosomi protozoari trasmessi dai morsi delle mosche tsetse.
  • Le malattie causate da batteri tularemia possono essere diffuse da morsi di mosca di cervo, la peste bubbonica da pulci e l’epidemia tifo rickettsia da pidocchi.
  • Le zecche (aracnidi) possono trasmettere la malattia di Lyme e molte altre malattie attraverso i loro morsi; le zecche mordono in modo da poter ottenere un pasto di sangue.
  • Altri aracnidi (insetti) come le cimici dei letti e gli acari causano tipicamente prurito localizzato autolimitante e gonfiore occasionale.
  • I morsi dai ragni (aracnidi), possono provenire dalla vedova nera o dai ragni bruni reclusi; i ragni mordono solitamente come meccanismo di difesa.

Altri insetti e insetti possono trasmettere malattie semplicemente trasferendo agenti patogeni come la  Salmonella.
Ad esempio, in condizioni non igieniche, la mosca comune può giocare un ruolo secondario nella diffusione delle infezioni intestinali umane (come tifoide, dissenteria bacillare e amebica) contaminando il cibo umano mentre atterra e “cammina” sui cibi dopo aver precedentemente ” camminato ” su oggetti contaminati come le feci.

I sintomi della puntura di insetto

La risposta a una puntura o morso di insetti è variabile e dipende da una varietà di fattori. La maggior parte dei morsi e delle punture può provocare:

  • dolore
  • gonfiore
  • rossore
  • prurito

Se si è fortemente allergici a determinati morsi o punture, si può verificare una reazione grave e potenzialmente fatale nota come anafilassi .

macchie-puntura-insetti
Immagine: reazione alla puntura di insetti

I sintomi di una reazione grave includono:

  • orticaria
  • dispnea
  • mancanza di respiro
  • incoscienza e persino morte entro 30 minuti.

Le punture di grandi calabroni o punture multiple di api (centinaia o migliaia) possono provocare, nei casi più gravi, paralisi muscolare, insufficienza renale e morte.
I morsi di una formica producono in genere una pustola simile a un brufolo , che è estremamente pruriginosa e dolorosa.

bolle-dopo-puntura-insetto
Immagine: bolle dopo puntura di insetto

Morsi di ragno come il recluso marrone possono causare vesciche e ulcere cutanee necrotiche, mentre i morsi di  vedova nera causano più sintomi sistemici come:

  • dolore addominale
  • nausea
  • vomito
  • dolore al petto e raramente problemi respiratori.

I morsi delle formiche possono portare allo sviluppo di una piccola area contenente pus.
Negli ultimi anni, i ricercatori hanno scoperto che i morsi di zecche possono addirittura generare una risposta allergica alla carne rossa (manzo, maiale e selvaggina, per esempio) e persino al latte.

Questi problemi possono verificarsi dal morso e dagli antigeni che accompagnano la saliva durante il morso o la puntura.

Quando cercare assistenza medica per la puntura di insetto

L’orticaria è il sintomo sistemico più comune. Appare sulla pelle con macchie irregolari, in rilievo, rosse e molto pruriginose.
Se l’orticaria è l’unico sintomo sistemico presente, spesso viene trattata a domicilio con un antistaminico, ma se si presentano altri sintomi come difficoltà respiratoria e capogiri è consigliabile rivolgersi subito al più vicino pronto soccorso.

Se inizi a manifestare sintomi non limitati solo nel punto del morso o della puntura (o se hai una storia di reazioni gravi), consulta immediatamente un medico. 

Questi sintomi (i sintomi sistemici colpiscono l’intero corpo) possono progredire fino allo shock anafilattico fatale.

Se il morso appare infetto (arrossamento con o senza pus, calore, febbre), consultare immediatamente un medico.

puntura-ragno-collo
Immagine: puntura di ragno sul collo

Se non sai cosa ti ha morso o punto, è importante prestare particolarmente attenzione nell’ osservare l’area interessata e assicurarsi che non si infetti.
Chiama il tuo medico se c’è una ferita aperta o ulcerosa, che può suggerire un morso di ragno velenoso.

Le persone che hanno una storia di reazioni gravi devono recarsi al pronto soccorso dell’ospedale più vicino dopo un morso o una puntura se si manifestano sintomi. Coloro che non hanno precedenti di reazioni gravi dovrebbero andare immediatamente al pronto soccorso se presentano uno dei seguenti sintomi:

  • Respiro sibilante
  • Mancanza di respiro
  • Dolore al petto o senso di oppressione
  • Sensazione di chiusura della gola o difficoltà a parlare o deglutire
  • Debolezza
  • Infezione (se la ferita appare infetta e non si è in grado di  farsi vedere da un dermatologo, rivolgersi all’ospedale.)

Diagnosi delle punture di insetti

La diagnosi di una reazione a un morso o una puntura è di solito abbastanza semplice. Il dermatologo effettuerà un esame fisico per cercare gli effetti del morso o delle punture su varie parti del corpo.
Se riesci a fornire un’indicazione chiara di ciò che ti ha morso o punto, può essere molto utile per il medico per determinare sia la diagnosi che il trattamento più opportuno.
L’esame della pelle, dell’apparato respiratorio, del sistema cardiovascolare e la cavità orale sono particolarmente importanti per determinare sia la diagnosi che i trattamenti.

Per identificare la malattia che può essere stata trasmessa da insetti mordaci o pungenti, di solito vengono richiesti degli esami del sangue; una volta effettuata la diagnosi definitiva (ad esempio, la malattia di Lyme , il virus del Nilo occidentale o la malaria), possono essere avviati trattamenti specifici.

Puntura di insetto: rimedi casalinghi

Il trattamento dipende dal tipo di reazione al morso o alla puntura.
Se c’è solo arrossamento e dolore nella sede del morso, l’applicazione del ghiaccio è un trattamento adeguato.
Pulire l’area con acqua e sapone per rimuovere le particelle lasciate da alcuni insetti (come le zanzare). Queste particelle possono ulteriormente contaminare la ferita se non rimosse.
Astenersi dal graffiare l’area del morso o della puntura perché ciò potrebbe causare il danneggiamento della pelle e la formazione di un’infezione. Impacchi di ghiaccio possono ridurre il gonfiore e attenuare il prurito.

È possibile trattare il prurito con un antistaminico da banco come la difenidramina  in forma di crema o pillola. La lozione alla calamina aiuta anche ad alleviare il prurito.

È disponibile un trattamento di emergenza a domicilio per reazioni allergiche più gravi. Il kit contiene un iniettore di adrenalina. Questo deve essere usato secondo le istruzioni del medico e solo in caso di effettiva emergenza.

Trattamento medico delle punture di insetto

Il trattamento per gravi reazioni a punture o morsi dovrebbe eseguito in pronto soccorso.

Il trattamento può iniziare con epinefrina (sottocutaneo), diphenhydramine  e steroidi (farmaci nella famiglia cortisone).
Gli antibiotici orali possono essere somministrati per ferite da morso infette.
Per quei morsi e punture che portano alla trasmissione di organismi patogeni, il passo successivo è eseguire delle analisi approfondite in modo ottenere una diagnosi certa e definitiva e iniziare subito con i trattamenti appropriati. Questi infatti sono specificatamente progettati per ciascuna malattia.

Si può essere indirizzati a un allergologo per la terapia di desensibilizzazione. Dopo il test per determinare a quale allergene sei sensibile, il medico aumenterà gradualmente le dosi di allergene iniettato nel tempo. La desensibilizzazione è solitamente efficace nel prevenire una reazione grave alle possibili punture future.

Prevenzione

Puoi ridurre al minimo la possibilità di essere punto o morso da insetti seguendo alcuni semplici raccomandazioni:

  • Alcune zanzare sono più attive nei periodi di crepuscolo all’alba e al tramonto o alla sera, quindi evita l’attività all’aperto durante questi periodi. Indossare camicie a maniche lunghe, pantaloni lunghi e cappelli per ridurre al minimo le aree della pelle esposta.
    Le camicie dovrebbero essere infilate dentro i pantaloni.
  • Utilizzare repellenti per insetti. I repellenti applicati a vestiti, scarpe, tende, zanzariere e altri attrezzi miglioreranno la protezione.
    I repellenti contenenti permetrina (Permanone) sono consigliati per l’uso su indumenti, scarpe, reti da letto e attrezzatura da campeggio. La permetrina è molto efficace come insetticida / acaricida (contro zecche e acari) e come repellente. Gli indumenti trattati con permetrina respingono e uccidono zecche, zanzare e altri artropodi e mantengono questo effetto dopo ripetuti lavaggi. Si ritiene che gli indumenti trattati rappresentino un pericolo minimo per l’ avvelenamento per gli esseri umani che li indossano.
    I repellenti contenenti DEET (N, N-dietilmetatoluamide) come principio attivo sono raccomandati dalla maggior parte delle autorità. Alcune formulazioni contenenti il ​​30% di DEET o meno sono raccomandate da alcuni ricercatori perché il guadagno addizionale dell’effetto repellente con concentrazioni più elevate non è significativo se confrontato con il potenziale di tossicità, che include rari casi di encefalopatia (infezione cerebrale) nei bambini. Seguire le istruzioni sulla bottiglia o sulla bomboletta spray per evitare tossicità per bambini e adulti.

Prognosi nelle punture di insetti

La maggior parte delle persone risponde bene al trattamento domiciliare o di emergenza per morsi o punture di insetti. Le persone con reazioni allergiche molto gravi o che non rispondono al trattamento iniziale richiedono spesso il ricovero in ospedale per ulteriori trattamenti e monitoraggio. Un episodio grave può essere fatale nonostante un appropriato trattamento medico.

Per le persone che contraggono una malattia trasmessa da punture o morsi di insetti, la prognosi dipende dalla malattia trasmessa, dalla rapidità della diagnosi, dal trattamento eseguito e dalla salute generale dell’individuo.

- Pubblicità -

Scrivimi! Sarò lieto di risponderti (il tuo indirizzo email non sarà pubblicato)

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

#myskinstoriesvideo
Simona è una donna, con un sorriso coinvolgente ed una ironia unica. Simona è una farmacista che si prende cura delle persone, ha sempre una parola gentile per tutti e la battuta pronta. Simona è una mamma, di due preadolescenti scatenati, che segue sempre con attenzione, nei compiti, alle partite di calcio e nel tempo libero (poco!).SImona è una...