Trucchi estivi per evitare la caduta dei capelli

Aggiornato il :

Pubblicato il :

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Aggiornato il:

Osservare qualche capello sul cuscino, sulla spazzola o dopo il lavaggio non sempre è da
considerare sintomo di una condizione patologica. Solitamente quando si perdono più di 100 capelli al giorno è necessario individuarne la causa e valutare l’eventuale presenza di una condizione patologica.

Oltre a condizioni patologiche ed ereditarie esistono dei fattori che sono in grado di
indurre la caduta dei capelli, quali diete intense, lo stress e il cambio di stagione.
Nel periodo autunnale infatti la perdita di capelli è il risultato di due eventi: uno correlato al maggior tempo di esposizione solare, che il nostro organismo subisce inevitabilmente durate il periodo estivo, interferendo sulla regolazione del ciclo follicolare.
Il secondo e forse più importante, è lo stress ossidativo indotto dai raggi ultravioletti sulle cellule cutanee e del follicolo, che comporta come conseguenza una maggiore caduta dei capelli.

Secondo alcuni autori i raggi ultravioletti sarebbero in grado di indurre attraverso lo stress ossidativo la lisi delle caderine, determinando la lisi dei capelli e quindi una maggiore caduta di questi in autunno.
Tale fenomeno risulta essere inevitabilmente molto più evidente nelle persone che già presentano un importante diradamento dei capelli.
D’altro canto dobbiamo ricordare che il sole può apportare anche dei benefici, in quanto i raggi UV, inducono la produzione di vitamina D3 a livello della cute. Infatti gli UVB, penetrando attraverso la cute, a livello del derma convertono il 7 deidrocolesterolo in
previtamina D3 e poi in vitamina D3. Parte di questa viene a sua volta degradata dalla luce stessa e questo giustificherebbe il motivo per cui il nostro organismo non va mai incontro a ipervitaminosi dopo esposizione solare. I recettori per la vitamina D3 sono presenti in molte cellule del nostro organismo e anche a livello delle cellule del follicolo pilifero ed è proprio a questo livello che tale vitamina regolarizza positivamente il ciclo follicolare.


Durante il periodo estivo al fine di contrastare questo stress ossidativo, indotto dai raggi UV, è necessario preventivamente seguire un regime alimentare ricco di elementi antiossidanti ed evitare le condizioni che aggravano lo stress ossidativo (quali fumo e abuso di alcol). Qualora non sia possibile, è consigliabile assumere integratori o vitamine che contrastino lo stress ossidativo delle nostre cellule.

- Pubblicità -

Infine al fine di conservare una chioma esteticamente gradevole è consigliabile utilizzare soprattutto durante la stagione estiva dei cosmetici che proteggano il capello da tutti gli agenti nocivi e stressanti quali sole, cloro, acqua di mare, tinture che possono inficiarne il normale benessere.

- Pubblicità -

per il tuo problema

Scrivimi! Sarò lieto di risponderti (il tuo indirizzo email non sarà pubblicato)

Inserisci un tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Per approfondire guarda anche:

video
L'idrosadenite suppurativa una patologia ancora misconosciuta, spesso erroneamente diagnosticata come acne...